Home / MUSICAL / PRESENTATA LA STAGIONE DEL TEATRO DELLA LUNA

PRESENTATA LA STAGIONE DEL TEATRO DELLA LUNA

di Ilaria Faraoni
È stato presentato anche il cartellone del Teatro della Luna di Milano che, per tutta la prima parte di stagione, ospiterà ancora una volta il talent show televisivo X Factor.Il programma teatrale si apre quindi relativamente tardi, a dicembre, e sarà inaugurato da Amarcord, regia e coreografia di Luciano Cannito, con Rossella Brescia: un omaggio all’omonimo film di Fellini nel ventesimo anniversario della scomparsa del regista. Il balletto “Unisce il cinema, il teatro e la danza“; vi si possono riconoscere infatti vari quadri tratti dal film, come ha spiegato Rossella Brescia durante una presentazione a Roma.

Altro spettacolo di danza è la Carmen di Bizet con le coreografie di Alberto Radice e Rossella Mitrano.

Molti poi gli appuntamenti con i grandi musical, in primis quelli della Compagnia della Rancia, che propone un classico come Grease (che festeggia i 15 anni dalla prima edizione con la Cuccarini) e la grande novità per l’Italia “Frankenstein Junior” di Mel Brooks, con Giampiero Ingrassia che, proprio come la Rancia, festeggia i 30 anni di carriera. Marconi è molto soddisfatto di poter dichiarare di aver avuto, per la messa in scena, carta bianca dalla produzione originale del musical.

Altra attesa della stagione è Biancaneve il musical, con un cast rinnovato, che vede Martha Rossi, artista ormai solida e coinvolgente nel canto quanto nella recitazione, nel ruolo del titolo; Simone Sibillano metterà invece la sua speciale carica emozionale e interpretativa a disposizione del ruolo del cacciatore.

Ancora appartenenti al genere, Fantafavole show – il musical che non c’è, proposto dalla compagnia Fantateatro e infine Sindrome da Musical, che riprende dopo la stagione estiva: scritto da Lena Biolcati, con la consulenza artistica di Stefano D’Orazio, lo spettacolo vede uno strepitoso e incontenibile Manuel Frattini ripercorrere tutta la sua carriera in maniera ironica, accompagnato dalla grande personalità artistica di Silvia Di Stefano e altri 6 performers d’eccezione.

Il teatro della Luna inoltre non farà mancare al pubblico anche due appuntamenti con la lirica: l’Aida e il Rigoletto di Giusepper Verdi.

Conclude la stagione il Festival sul palcoscenico, rassegna di teatro di prosa.

http://www.teatrodellaluna.com/

Seguono comunicato, info e calendario spettacoli

STAGIONE 2012/2013
LA LUNA È VICINA
AL TEATRO DELLA LUNA UNA STAGIONE DI GRANDI APPUNTAMENTI
PER TUTTA LA FAMIGLIA
Anche quest’anno il Teatro della Luna sarà sede del più popolare talent show al mondo, “X Factor”, che andrà in onda in diretta su Sky Uno HD per otto puntate a partire dal 18 ottobre.
Dopo il grande successo dello scorso anno la rete televisiva ha confermato tutta la squadra che si è rivelata vincente e torna quindi a calcare il grande palcoscenico del Teatro della Luna, divenuto il punto d’arrivo sognato da tanti giovani cantanti.
La stagione teatrale vera e propria comincerà a dicembre, precisamente il 21 e 22, con uno spettacolo di danza intitolato “Amarcord”, con le coreografie di Luciano Cannito e l’interpretazione di Rossella Brescia. Lo spettacolo, che ha entusiasmato le platee dei più grandi teatri compreso il mitico Metropolitan di New York, è un omaggio all’omonimo film di Fellini, un ironico e struggente affresco dell’Italia fra le due guerre e viene proposto in occasione del 40° anniversario di Amarcord e nel 20° dalla scomparsa del grande regista.
Si proseguirà poi dal 31 dicembre al 6 gennaio con il nuovo, originalissimo “Fantafavole show – il musical che non c’è” della Compagnia Fantateatro. Grande successo a Bologna, questo family musical riscalderà le feste con una corsa folle nel mondo della fantasia dove l’impossibile diventa possibile, le favole classiche entrano una nell’altra e stravolgono il mondo e i suoi schemi.
Torna con due appuntamenti anche la lirica, nuovamente proposta, dopo il positivo debutto dello scorso anno, dall’Orchestra Filarmonica Aloysius. Il primo titolo, sabato 12 gennaio, è “Aida”, di Giuseppe Verdi, con la direzione d’orchestra (composta da ben 50 elementi) di Alberto Radice, mentre il secondo capolavoro verdiano di grande tradizione popolare, il 19 aprile, è “Rigoletto”.
Dal 17 al 27 gennaio torna sul palcoscenico del Teatro della Luna la Compagnia della Rancia, con un titolo nuovo di zecca che vede protagonista Giampiero Ingrassia. Si tratta del musical di Mel Brooks “Frankenstein Junior”, che lo stesso autore e regista ha tratto dal suo grande successo cinematografico del 1975. La versione italiana è diretta da Saverio Marconi, che ripropone l’atmosfera della straordinaria fotografia “in bianco e nero” del film (capolavoro comico amatissimo dagli appassionati di cinema) con il tocco colorato di veri e propri “numeri”, su tutti quello tra il Dr. Frankenstein e il Mostro sulle note di Puttin’ on the Ritz di Irving Berlin.
Il 9 febbraio l’Associazione Balletto Aloysius ripropone lo spettacolo di danza “Carmen” con le coreografie di Alberto Radice e Rossella Mitrano .
Un titolo davvero “a grande richiesta” dal 14 al 24 febbraio: “Grease”, uno spettacolo cult della Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi che ha affermato il genere musical in Italia e che festeggia 15 anni in scena confermandosi un fenomeno senza precedenti. La storia d’amore tra Danny e Sandy, i sogni dei T-Birds e delle Pink Ladies e, soprattutto, tanto rock ’n’ roll fanno sì che Grease sia diventato sinonimo di energia pura e divertimento.
Per la gioia di tutti i bambini, dal 28 febbraio al 3 marzo il Teatro ospiterà “Biancaneve il musical”, il nuovo family show scritto e diretto da Enrico Botta e interpretato da un cast degno di nota: Martha Rossi, Susanna Pellegrini, Gianluca Roncari e Simone Sibillano.
Il 6 e 7 aprile vedrà sul palcoscenico del Teatro della Luna uno dei beniamini degli appassionati di musical: Manuel Frattini. Con un manipolo di preparatissimi e scatenati performer, Manuel ripercorrerà il proprio percorso artistico attraverso i brani più famosi del repertorio del teatro musicale. “Sindrome da musical” è il titolo dello show, scritto da Lena Biolcati e diretto da Alfonso Lambo: uno spettacolo che crea dipendenza.

I biglietti per tutti questi appuntamenti sono in vendita nel circuito TicketOne (punti vendita, sito internet e call-center 892101*) e presso la biglietteria del Teatro della Luna, presso il Mediolanum Forum.
A maggio tornerà il “Festival sul Palcoscenico”, la rassegna di teatro di prosa che nella prima edizione dello scorso anno ha suscitato l’interesse di pubblico, critica e istituzioni. Cinque spettacoli, cinque interpreti appassionate per portare in scena quello che le donne… dicono.

Venerdì 21 e sabato 22 dicembre 2012 ore 21
Daniele Cipriani Entertainment presenta
DANZITALIA – Italian Touring Dance Company
AMARCORD
Balletto in due atti di Luciano Cannito
liberamente ispirato all’omonimo film di Federico Fellini
in occasione del 40° anniversario di Amarcord (1973)
e del 20° anniversario della scomparsa del regista (1993)
con ROSSELLA BRESCIA, Nicolò Noto
musiche di Nino Rota
e Marco Schiavoni, Alfred Schnittke, Glenn Miller, canzoni popolari degli Anni Trenta
coreografia e regia di Luciano Cannito
Il balletto Amarcord è liberamente ispirato al film in cui Fellini ricorda/reinventa la sua vita di ragazzo in una Rimini della prima metà degli Anni Trenta: un affresco dell’Italia fra le due guerre, dove il Fascismo e la Chiesa esercitavano il loro potere, influenzandone la cultura ed il costume. La storia di Titta, alter– ego del Fellini adolescente, e della sua famiglia si inserisce armoniosamente in un contesto di piccoli ritratti (Gradisca, Volpina, la tabaccaia) e di aneddoti legati ad un filo comune che li rende interdipendenti e dove affiora comunque la voglia di vivere propria degli Italiani dell’epoca.
L’intento del balletto è trasportare coloro che lo guardano in un viaggio di condivisione, dove tutti si rivedano in ciò che accade in scena, sentano il profumo di ciò che negli Anni Trenta si sentiva, ricordino ciò che eravamo noi, quegli Italiani la cui storia non si studierà mai in alcun libro, quella gente normale e semplice di provincia.
“Cannito – scriveva il critico del Corriere della Sera Mario Pasi – guarda dentro di sé e osserva gli altri al tempo stesso, da fuori, così può renderci le idee dei lussi irraggiungibili, il mitico Grand Hotel e il salone viaggiante del Rex. Ma poi è la terra, con i suoi spiriti, a prendere il sopravvento, perché le favole sono finite, perché anche i più ambiziosi si accontentano di poco. Perfino Gradisca, femmina esemplare, accetta un giovane povero che fa il carabiniere… così si esorcizzano le tragedie, ma senza dimenticarle: si ride dell’olio di ricino somministrato dai fascisti, ma non si dimentica, si fa dell’ironia sui nazisti maiali, ma non si dimentica. Vino, donne e canto potremmo dire a tempesta passata. Il presente si abbraccia e poi non è così male”.
Proposto per la prima volta nel 1995 al Teatro San Carlo, Amarcord è andato in scena anche al Teatro alla Scala, al Teatro Massimo di Palermo e negli Stati Uniti (Metropolitan di New York, Orange County di Los Angeles), riscuotendo ampi successi. Questa del 2012 è una versione coreografica espressamente rivisitata per la Compagnia Danzitalia, che vede nel ruolo di Gradisca Rossella Brescia e il giovane Nicolò Noto nel ruolo di Titta.

Dal 31 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013
Compagnia Fantateatro
FANTAFAVOLE SHOW
Il musical che non c’è
Sul palco dieci attori-ballerini-acrobati e una big band che suona dal vivo.
Una corsa folle nel mondo della fantasia dove l’ impossibile diventa possibile, le favole classiche entrano una nell’altra e stravolgono il mondo e i suoi schemi.
Uno show ad alto tasso di musica e comicità pensato per tutti: bambini, ragazzi, adolescenti, giovani, adulti e anziani.
Le mille e una trama che si intrecciano prendono a pretesto un Cappuccetto Rosso che si perde tra le favole più note e si scontra con strani problemi più grandi di lei: il lupo è vegetariano, la fata è obesa, il principe è pavido, l’orco puzza…
La fiaba incantata lascia il posto alla realtà, i toni mutano continuamente: sognare un mondo diverso si può ma partendo dai difetti, dalle nevrosi e dalle fragilità di tutti noi.
Si parla di integrazione e di diversità, di educazione alimentare e di ecologia, di timidezze, di paure. E dell’importanza del gioco e della musica nella vita di tutti.
Sulle canzoni eseguite dell’orchestra dal vivo cantano e ballano i personaggi tradizionali (il Lupo, Raperonzola, Cappuccetto Rosso, i Tre Porcellini, le sorellastre di Cenerentola) e quelli nuovi creati dal Fantateatro, da Maga Maionca a Magonna e Fata Carramba che sono le divertenti parodie di Mara Maionchi, Madonna e Raffaella Carrà; a Serraturo, un eroe senza macchia ma pieno di paure; all’Orco Puzza, l’eroe negativo che ha rubato il libro delle fiabe..
Il pubblico balla e canta con loro dando vita ad una festa collettiva.
Uno spettacolo sfaccettato, comico e sorprendente che strizza l’occhio al cinema d’animazione e ai grandi show musicali: un concerto animato, appunto.
Ogni sera il lieto fine è affidato ad un ospite estraneo, proveniente da ogni tipo di mondo: teatrale, artistico, musicale, sportivo, perfino politico.  A lui il compito di far tornare l’armonia, di comporre gli opposti, di rasserenare gli animi. Seducendo con il suo talento.
La Compagnia FANTATEATRO
Fondata da Alessandra Bertuzzi nel 2004, ha imposto un nuovo modo di fare e intendere il teatro per ragazzi: attraverso un lavoro di ricerca quotidiano su testi e tematiche, contaminazione dei linguaggi per inventarne di nuovi, FANTATEATRO è uscita dopo i primi anni dal cono di luce ristretto dello spettacolo per bambini per allargarsi ad includere tutta la famiglia e non solo. I suoi spettacoli oltre a prestarsi a più piani di lettura, smitizzano le figure archetipiche delle favole umanizzandole e attualizzandole. Le principesse non sono immuni allo stress, il principe non capisce le donne, le sorellastre sono en travesti. Gli attori sono versatili e poliedrici: cambiano continuamente registro e adorano travestirsi e scambiarsi i ruoli.

Sabato 12 gennaio 2013 ore 20.30
Orchestra Filarmonica Aloysius
presenta
AIDA
opera in 4 atti
musica di Giuseppe Verdi
libretto di A . Ghislanzoni
Orchestra dal vivo di 50 elementi
Direttore Alberto Radice
Coro S.Gregorio Magno
Maestro del Coro Mauro Trombetta
Corpo di Ballo Aloysius
Nel novembre del 1869, il Viceré d’Egitto Ismail Pascià chiede a Verdi di comporre un inno per l’inaugurazione del Canale di Suez. In un primo momento il Maestro rifiuta la proposta replicando che non è uso scrivere musica di circostanza, ma incomincia ad elaborare l’idea di comporre un’opera nuova. Il Viceré invia a Parigi l’egittologo Auguste Mariette e fa sì che questi si metta in contatto con Camille Du Locle, attraverso il quale avrebbe cercato di assicurarsi la collaborazione di Verdi, Wagner o Gounod, per la composizione dell’inno. Pensando ad un’opera di genere comico per il Teatro di Du Locle, Verdi non è intenzionato ad accettare la proposta di Ismail Pascià, ma, quando proprio Du Locle gli presenta il programma dell’opera che Mariette gli aveva fornito, il Maestro ne è entusiasta. Il 2 giugno del 1870 accetta finalmente di comporre la musica per Aida che va in scena al Teatro dell’Opera del Cairo la sera del 24 dicembre 1871.

Dal 17 al 27 gennaio 2013
Compagnia della Rancia presenta
Giampiero Ingrassia in
FRANKENSTEIN JUNIOR
il nuovo musical di Mel Brooks
testo di Mel Brooks e Thomas Meehan
musica e liriche di Mel Brooks
regia e coreografie originali di Susan Stroman
regia di Saverio Marconi
regia associata di Marco Iacomelli
Considerato una delle migliori cento commedie americane di tutti i tempi, girato nel 1975 con uno stile ispirato agli anni ’20 (omaggio ai classici horror della Universal), Frankenstein Junior è una parodia del celebre Frankenstein di J. Whale (1931) e delle numerose pellicole dedicate alla creatura di Mary Shelley.
Il film, premiato dal pubblico che lo ha consacrato come il cult movie per eccellenza e le cui battute sono entrate nella memoria degli spettatori – con oltre 500.000 copie vendute – è il “classico” in DVD di maggior successo della storia dell’home video in Italia. Il genio di Mel Brooks – dopo Per favore non toccate le vecchiette/The Producers – torna così dal cinema al teatro con una commedia musicale in scena a Broadway per 485 repliche all’Hilton Theatre dal 2007 al 2009. La versione italiana è diretta da Saverio Marconi, che ripropone l’atmosfera della straordinaria fotografia “in bianco e nero” del film con il tocco colorato di veri e propri “numeri”, su tutti quello tra il Dr. Frankenstein e il Mostro sulle note di Puttin’ on the Ritz di Irving Berlin.
Oltre a quasi 30 anni di carriera tra prosa e tv, tra Giampiero Ingrassia – diplomato al Laboratorio Teatrale di Gigi Proietti – e il musical esiste un amore di lunga data: nel 1989, infatti, è il protagonista de La Piccola Bottega degli Orrori, il primo musical della Compagnia della Rancia. Segue Il Pianeta Proibito (1995, regia di P. Rossi Gastaldi) per poi vestire, dal 1997 al 1999, il giubbetto di pelle di Danny Zuko nella prima “storica” edizione di Grease, a fianco di Lorella Cuccarini, il primo long-running show italiano che, in pochi mesi e in sole due città, batte ogni record di pubblico e di incasso. Nel 2000 è stato Erode nel Jesus Christ Superstar di Massimo Romeo Piparo con Carl Anderson e nel 2001 debutta con Salvatore Giuliano, insieme a Tosca, che riprende esattamente 10 anni dopo con Barbara Cola al suo fianco. Dal 2001 al 2003 si “spoglia” con Rodolfo Laganà e Bob Messini in The Full Monty, per la regia di Gigi Proietti. Nella stagione appena conclusa è in scena nella commedia musicale Stanno suonando la nostra canzone insieme a Simona Samarelli, per la regia di Gianluca Guidi. Ora è chiamato vestire i panni del brillante e stimato dottor Frederick Frankestein, il protagonista di “Frankenstein Junior”, la nuova produzione di Compagnia della Rancia per la stagione 2012/2013. Più di 700 candidati si sono presentati alle audizioni per giocarsi la chance di poter interpretare uno dei celebri personaggi che hanno fatto del film di Mel Brooks un vero cult. Sul palco, al fianco di Ingrassia, Giulia Ottonello (Cantando sotto la pioggia, Cats), dalle straordinarie capacità vocali unite a un
naturale talento comico, interpreterà Elizabeth, viziata ed egocentrica fidanzata di Frederick. Igor sarà interpretato da Mauro Simone (Grease, Pinocchio il grande musical, regia di Tre metri sopra il cielo), servo fedele al Castello e disinvoltamente incurante della propria gobba. La sinistra e misteriosa Frau Blücher, il cui nome incute terrore persino ai cavalli, governante al castello e detentrice dei segreti di Victor Von Frankenstein avrà il volto di Altea Russo (La Piccola Bottega degli Orrori, A Qualcuno Piace Caldo, Bulli e Pupe, Hello, Dolly!) mentre Valentina Gullace (Jesus Christ Superstar, Cabaret, High School Musical, Aladin, Salvatore Giuliano) sarà l’esplosiva Inga, giovane transilvana assistente devota di Frederick, incurante della propria straordinaria e sensuale bellezza. Il baritono Fabrizio Corucci sarà il Mostro, l’imponente creatura riportata in vita grazie agli esperimenti del Dottor Frankenstein. Completano il cast Felice Casciano (A Qualcuno Piace Caldo, La Piccola Bottega degli Orrori, Pinocchio il grande musical, Sister Act) nei panni dell’ispettore Kemp, capo della polizia locale dedito al mantenimento dell’ordine; Davide Nebbia (Grease, Happy Days) è l’eremita cieco che abita nei boschi e desideroso di compagnia (che nel film era intepretato da un quasi irriconoscibile Gene Hackman); Roberto Colombo (Grease, A Chorus Line, Cats, Happy Days) è Victor Von Frankenstein, famigerato nonno di Frederick, impaziente che il nipote segua le sue orme; Michele Renzullo (Cats, Happy Days) è Ziggy, il più bizzarro tra gli abitanti del villaggio transilvano.

Sabato 9 febbraio 2013 Ore 21
Associazione Orchestra Filarmonica e Balletto Aloysius presenta
CARMEN
Balletto in due atti
Musiche Georges Bizet e musiche tratte dal repertorio Flamenco
Coreografie Alberto Radice, Rossella Mitrano
Corpo di Ballo Aloysius
Coreografia di Flamenco Alberto Radice, Rossella Mitrano
Costumi Alessandro Brevi Baile
Il soggetto, tratto da una novella di Prosper Mérimée – scrittore e storico francese le cui opere sono ricche di misteri che si svolgono in Spagna – divenuto base per la celebre opera di Georges Bizet, è ambientato nella Siviglia degli zingari e dei toreri, tra passioni brucianti, amore e morte.

Dal 14 al 24 febbraio 2013
Compagnia della Rancia e Musical Italia presentano
GREASE il musical
di Jim Jacobs, Warren Casey
regia di Saverio Marconi
co-regia di Marco Iacomelli
Grease, il musical dei record, dopo aver conquistato quasi 1.500.000 spettatori in tutta Italia in 1.200 repliche, a 15 anni dal debutto si conferma ancora un fenomeno senza precedenti. Un collage di immagini colorate ed esplosive direttamente dall’America degli anni ’50, giubbotti di pelle, gonne a ruota, l’immancabile ciuffo alla Elvis con la brillantina e un gruppo di preparatissimi interpreti giovani e scatenati: sono questi gli ingredienti del suo inarrestabile successo.
Grease nasce nel 1971, quando Jim Jacobs e Warren Casey decidono di realizzare un musical composto solo per chitarra in un teatro sperimentale di Chicago; lo chiamano “Grease” per evocare i capelli imbrillantinati e lo stile degli anni ’50: un successo diventato un “classico” in tutto il mondo, che ha visto anche la consacrazione teatrale di grandi attori come John Travolta (interprete di un ruolo minore, prima di indossare il giubbotto di Danny Zuko nel celebre film) e Richard Gere. La colonna sonora di Grease è rimasta per settimane al primo posto delle classifiche in molti paesi. In Gran Bretagna “You’re The One That I Want” e “Summer Nights” sono arrivate entrambe in vetta alle classifiche e vi sono restate per anni. La canzone “Hopelessly Devoted to You”, cantata nella versione cinematografica da Olivia Newton-John, ha ricevuto anche una nomination al premio Oscar per la migliore canzone originale nel 1979.
Il musical arriva in Italia nel 1997, con la prima fortunata edizione: protagonista, nel ruolo di Sandy, Lorella Cuccarini. In poco tempo Grease si afferma come il primo long running show della storia dello spettacolo in Italia e ottiene dal pubblico un consenso senza precedenti: sold out nei teatri di tutta Italia, ha alternato sul palco, dal suo debutto a oggi, più di 120 artisti, per molti dei quali Grease ha rappresentato il trampolino di lancio per altri importanti ruoli teatrali. La storia d’amore tra Danny e Sandy, i sogni dei TBirds e delle Pink Ladies e, soprattutto, tanto rock ’n’ roll fanno sì che Grease sia diventato sinonimo di energia pura e divertimento da non perdere.

Dal 28 febbraio al 3 marzo 2013
Happy Live Creations presenta
Martha Rossi Biancaneve in
BIANCANEVE IL MUSICAL
… emozionarsi è naturale
con
Susanna Pellegrini Regina
Gianluca Roncari Principe
e con Simone Sibillano nel ruolo del Cacciatore
Musiche Daniele Biagini
Liriche Lorenzo Biagini
Direzione Musicale e Vocale Massimiliano Grazzini
Coreografie Chiara Scipione
Direzione artistica scenografie e costumi Annalisa Benedetti
Regia e testi Enrico Botta
Un nuovo family show pronto a conquistare il pubblico Italiano. Biancaneve il musical trae elementi di creazione e di fantasia da “Biancaneve e i sette nani” capolavoro dei fratelli Grimm. La lettura del testo ha ispirato gli autori a rendere in musica le loro emozioni seguendo una linea che si estranea da tutte le elaborazioni fatte in passato sulla celebre fiaba. La tecnica primaria di realizzazione delle scenografie, tra sogno e realtà, è ispirata alla modellatura dei carri del Carnevale di Viareggio. I costumi danno sfoggio di mille particolari rendendo unici e simpaticissimi gli attesissimi sette nani in una versione mai vista prima in scena. Candida come la neve Biancaneve, pavoneggiante la Regina, incantevole e coraggioso il Principe e, per la prima volta, gli elementi della natura prenderanno forma con figure “fatineformi” che accompagneranno la protagonista nel suo percorso.

Sabato 6 aprile ore 21 e domenica 7 aprile ore 15.30
Manuel Frattini in
SINDROME DA MUSICAL
di Lena Biolcati
consulenza artistica di Stefano D’Orazio
con
Cristian Ruiz, Lucia Blanco, Angelo Di Figlia, Eleonora Lombardo,
Andrea Verzicco, Nadia Scherani
con la partecipazione di Silvia Di Stefano
regia di Alfonso Lambo
Arriva finalmente al Teatro della Luna “Sindrome da Musical”, il divertente spettacolo di Lena Biolcati con cui Manuel Frattini il proprio percorso artistico attraverso brani dei più famosi Musical italiani ed internazionali.

Venerdì 19 aprile 2013 ore 21
Orchestra Filarmonica Aloysius
presenta
RIGOLETTO
Opera in 3 atti
musiche di Giuseppe Verdi
libretto di Francesco Maria Piave
Orchestra dal vivo di 50 elementi
Coro S.Gregorio Magno
Maestro del Coro Mauro Trombetta
Corpo di Ballo Aloysius
Il 1850 è un anno di grande produttività per il Maestro Verdi: mentre è impegnato con la partitura di Stiffelio per il Teatro Grande di Trieste, deve assolvere anche ai suoi doveri contrattuali con la Fenice di Venezia. Comunica a Francesco Maria Piave la sua intenzione di musicare un soggetto particolare, con personaggi che avevano già destato scandalo nella Parigi del 1832: Le Roi s’amuse di Victor Hugo. Nonostante le insistenze di Piave con il direttore della Fenice Carlo Marzari, nulla si può contro la censura, che vieta di rappresentare un re come un cinico libertino. Il librettista e il compositore devono accettare di apporre alcuni cambiamenti all’originale francese: il protagonista, Francesco I re di Francia, viene trasformato in un anonimo Duca di Mantova (peraltro riconoscibile in Vincenzo I Gonzaga) e vengono cambiati molti nomi dei personaggi. Verdi però non vuole il re come protagonista della sua opera, ma il suo buffone di corte. Di qui la scelta definitiva titolo Rigoletto (dal francese Tribolet), cambiato sempre a causa della censura dopo un provvisorio La maledizione.
La sera dell’11 marzo 1851 la prima al Teatro La Fenice di Venezia è un grande successo di pubblico.

Dal 7 al 19 maggio 2013
Festival sul Palcoscenico
II edizione
Torna la rassegna di teatro di prosa che nella prima edizione dello scorso anno ha suscitato l’interesse di pubblico, critica e istituzioni.
Cinque spettacoli, cinque interpreti appassionate per portare in scena quello che le donne… dicono.
INSEPARABILI
Testo e regia di Brunella Andreoli
con Brunella Andreoli, Gaia Barbieri, Rossella Guidotti
Prima nazionale
Uno spettacolo che prende ispirazione dall’eccezionale vita di una donna – forse donna e uomo insieme – che è stata Frida Kahlo. Lo spettacolo, spiega Brunella Andreoli, “nasce dal desiderio di far incontrare, nello stesso spazio e nello stesso tempo, le diverse – e fino ad ora totalmente autonome – anime attoriali che da anni mi si muovono dentro. Da una parte la narratrice ironica, attraverso la frequentazione dei palcoscenici del cabaret – dal prestigioso Zelig fino a quelli più sperduti ma non meno amati delle province siciliane – dall’altra l’interprete per il teatro per il quale, inoltre, scrivo, dirigo e insegno. In Inseparabili recito con Gaia Barbieri e Rossella Guidotti, due giovani bravissime attrici, perché ogni volta che le sento parlare o le vedo muoversi, mi ricordano quanto è bella la vita”.
STABAT MATER
di Antonio Tarantino
con Simona Colombo
regia di Simona Colombo
Prima nazionale
È un grottesco e solitario sfogo di una madre in attesa di un figlio che non torna, divorata dall’ansia che si compia un destino ineluttabile. Una Mater dolorosa in cui volgarità e tratto popolare lasciano intatti i sentimenti materni evidenziandone l’eco ancestrale e la innata valenza emotiva. Il monologo è costruito intorno alla figura di Maria, un personaggio violento, a volte tenero, che sotto l’ossessione quotidiana della sopravvivenza, incarna l’immagine degradata ma vibrante delle figure della fede e del mito. Ritrovando nel suo squallore la traccia della sua umana dignità, ci parla con una lingua inventata fatta di una miscela di dialetti e un linguaggio da strada che crea effetti di verità e di ilarità irresistibile, dalla quale fuoriesce l’eresia, connaturata alla vita, di un dolore che non paga né redime, e della storia che ripete spietatamente il suo ciclo senza evolvere.
NINA – Un soggetto per un breve racconto
liberamente ispirato a “Il Gabbiano” di Anton Cechov
di Rossella Rapisarda e Fabrizio Visconti
con Rossella Rapisarda
regia di Fabrizio Visconti
Monologo per due: un’attrice e un’ombra, un fantasma, un personaggio. Ma a volte, in teatro, i personaggi della fantasia sono fantasmi più vivi e più veri d’ogni cosa viva e vera. Un treno. Un biglietto del treno. Uno spettacolo da fare prima di partire. Una scommessa da giocare fino in fondo: sull’Amore. La storia di questo doppio è la storia delle scelte, dei bivi, delle strade da prendere o da abbandonare. È la storia di tutti noi che dobbiamo decidere ogni volta, che dobbiamo fare i conti con i nostri orizzonti. Nascosto dietro un testo che scorre in modo semplice e aperto, come un flusso di pensiero, si nasconde, in realtà, tutto il testo del personaggio di Nina, l’unico tra i ritratti disegnati da Cechov ad avere una prospettiva forte sul futuro.
GIAN ACHILLE SCARAMPO IN LABEL – Questioni di etichetta
testo e regia di Massimo Donati e Alessandra Nocilla
da un’idea di David Marchiori
con Claudia Facchini
Un monologo ironico e provocatorio per smascherare gli aspetti meno conosciuti e meno rassicuranti della grande distribuzione, , per svelare i trucchi della vendita e per rivedere con occhi nuovi certe nostre assurde abitudini di consumatori. Label racconta cosa si nasconde dietro l’etichetta dei prodotti che compriamo e dietro la facciata rassicurante del supermercato di fiducia. E riflette sulle responsabilità che stanno dietro gli scandali alimentari e quali interessi sono causa delle migliaia di chilometri che le merci devono compiere prima di raggiungere lo scaffale. Label è una nuova frontiera di teatro sociale, infatti è stato scritto per promuovere e diffondere il consumo critico.
UN GIORNO TORNERANNO
tratto da “La casa degli Spiriti” di Isabel Allende
adattamento di Silvia Pernarella e Dario Merlini
con Silvia Pernarella
regia di Silvia Pernarella
Prima nazionale
“Ti guardo. E vedo in te tutte le donne che hai conosciuto”. E’ questa la frase che ha dato vita a questo adattamento de “La casa degli spiriti” di Isabel Allende, romanzo pubblicato nel 1982. In noi rimane davvero una traccia di coloro che incontriamo nella vita? Come si manifesta? Quando? Quali legami siamo destinati ad intrecciare? Perché ? Quali “ferite” lasciano coloro che ci hanno preceduto? Come l’autrice stessa nel romanzo ci parla della sua mania di “scrivere per vedere le cose nella loro dimensione reale e per schernire la cattiva memoria”, così l’attrice prende lo spunto per ri-disegnare i contorni di quei personaggi persi tra letteratura e realtà in un monologo nato dall’esigenza di fare una vera e propria “esperienza” nell’accezione latina di ex – per- ire (viaggio, intreccio di distacco e peregrinazione).

* numero a tariffazione specifica
Stagione 2012/2013
PREZZI DEI BIGLIETTI
(comprensivi dei diritti di prevendita)
AMARCORD ROSSELLA BRESCIA
Poltronissima Blu € 43,00
Poltronissima € 34,00
Poltrona € 26,50
Riduzioni under 14 e over 70
AIDA – RIGOLETTO
Poltronissima Blu € 55,00
Poltronissima € 44,00
Poltrona € 33,00
Riduzioni under 14 e over 70
FRANKENSTEIN JUNIOR – GREASE
Acquisti fino al 4 novembre Acquisti dopo il 4 novembre
Poltronissima Blu € 33,00 € 55,00
Poltronissima € 27,00 € 44,00
Poltrona € 20,00 € 33,00
Riduzioni under 14 e over 70
TUTTI GLI ALTRI SPETTACOLI
Poltronissima Blu € 33,00
Poltronissima € 27,00
Poltrona € 20,00
Riduzioni under 14 e over 70
I prezzi dello spettacolo del 31 dicembre e quelli del “Festival sul Palcoscenico” saranno comunicati prossimamente.
Biglietti in vendita nel circuito TicketOne: punti vendita,
www.ticketone.it , call center 892.101*
GRUPPI DI ALMENO 10 PERSONE A PREZZI SPECIALI
Ufficio Gruppi Teatro della Luna
e-mail ufficiogruppi@teatrodellaluna.com Telefono 199.443.534 (costo paragonabile a quello
di un’interurbana)
Il Teatro della Luna è l’unico esempio in Italia di teatro nato per ospitare i più grandi musical ed è caratterizzato dalle più innovative tecnologie in ambito teatrale.
Realizzato nel 2003 da ForumNet – società specializzata nella gestione di impianti polifunzionali per lo spettacolo (tra cui il Mediolanum Forum di Milano ed il PalaLottomatica di Roma), nella produzione di contenuti e nei servizi per l’intrattenimento dal vivo – è stato progettato, in collaborazione con Compagnia della Rancia, con caratteristiche tecniche, quali le dimensioni di palcoscenico e backstage, adatte ad ospitare maestose scenografie, troppo ingombranti per lo standard dei teatri italiani.
Il palco raggiunge la superficie record di 800 mq: lungo 40 metri per 20 di profondità, è caratterizzato da un’apertura scenica di oltre 16 metri, da una fossa orchestrale e da un ponte luci per 400 riflettori sul boccascena, con 3 postazioni per i seguipersona.
La sala del teatro può ospitare fino a 1.730 persone ed è stata pensata per garantire la massima comodità e un’eccellente acustica, oltre a un’ottima visibilità da ogni punto, grazie a una platea a piano inclinato, con grandi poltrone imbottite e ampio spazio tra le file. Facilmente raggiungibile sia in auto sia con i mezzi pubblici, il Teatro della Luna è situato presso l’Area Forum ad Assago ed offre agli spettatori un ampio parcheggio adiacente alla struttura, da oltre 900 posti.
Il teatro è raggiungibile con la Metropolitana Linea 2, Fermata Assago Milanofiori – Forum, a sole sette fermate dal centro.
Fin dalla sua prima stagione, la programmazione del Teatro della Luna ha sviluppato in modo decisivo il mercato del teatro musicale in Italia, proponendo al pubblico spettacoli interpretati da grandi star e contribuendo, al tempo stesso, a creare per la prima volta nel nostro Paese un vivaio di giovani performer di grande talento.
Il Teatro della Luna, oltre ai musical, ospita anche concerti, rassegne, spettacoli di cabaret, produzioni televisive (è da due anni la “casa” di X Factor, il talent più amato al mondo), convention aziendali e, da alcune stagioni, ha aperto il proprio palcoscenico anche alla danza ed alla prosa.

About Central Palc Staff

Central Palc nasce nel 2010 come portale ufficiale delle riviste cartacee L'Opera e Musical!. Dal febbraio 2014 ha allargato i suoi orizzonti abbracciando tutti gli altri generi teatrali affermandosi così come il portale web più aggiornato del panorama teatrale italiano.

Leave a Reply

Scroll To Top