Home / MUSICAL / ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE DELL'OPERETTA: BALLO AL SAVOY CHIUDE I FESTEGGIAMENTI DEL VENTENNALE

ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE DELL'OPERETTA: BALLO AL SAVOY CHIUDE I FESTEGGIAMENTI DEL VENTENNALE

Politeama Rossetti – Trieste

18 dicembre 2012, ore 20,30

“Ballo al Savoy”

Comunicato Stampa:

Appuntamento con l’operetta martedì 18 dicembre 2012 alle ore 20,30 al Politeama Rossetti. In scena “Ballo al Savoy” con una compagnia di artisti locali e regionali, lo spettacolo conclude le manifestazioni in occasione del ventennale dell’Associazione Internazionale dell’Operetta.

Andrea Binetti, Maurizio Soldà, Marzia Postogna, Maria Giovanna Michelini, Gabriela Thierry, Mathia Neglia e Julian Sgherla ai quali si aggiunge per la sola edizione triestina la presenza di Umberto Bosazzi, dopo la sua performance nel Rocky Horror Show del 2011.

Dal vivo anche la band: cinque strumenti per swingare un’operetta molto moderna: al pianoforte Maurizio Baldin e Carlo Corazza, al violino Antonio Kozina, alla tromba Giovanni Vello e alla batteria Lorenzo Fonda. E ancora un coro: la Corale Polifonica di Montereale Valcellina, diretta dallo stesso Baldin e il corpo di ballo di Artinscena con le coreografie di Maria Bruna Raimondi.

Siamo a Trieste nel 1932, le tante consuetudini, che oggi troviamo ridicole, entrano nel contesto di “Ballo al Savoy” diventando in questo caso motivo di ironia e divertimento. Il cognome del nobile austriaco decaduto Frankfurter è stato rigorosamente tradotto nell’italiano Francoforte, “l’ha voluto il cavalier Starace”. Arcibaldo, maggiordomo di casa, corregge, risciacqua, anzi “resenta”, i nomi stranieri; è il tormentone della storia che gli sbadati protagonisti, presi da altre amenità ed intrighi, dimenticando le regole imposte dal duce, descrivono nella trama che da una villa di Barcola finirà al Savoia Excelsior Palace, l’hotel più festaiolo della città.

La manifestazione si avvale del sostegno di Regione FVG, Regione –Turismo, Fondazione CRTrieste e Camera di Commercio di Trieste, del patrocinio di Comune e Provincia di Trieste, della collaborazione de il Rossetti di Trieste, dell’Associazione Centro in Via, dell’Associazione Musicale Aurora Ensemble, dell’Hotel Savoia Excelsior Palace e di EFFE EMME Spettacoli.

Prezzi dei biglietti : Platea A-B 20 euro, Platea C 15 euro e Galleria 10 euro. Ridotti per gli abbonati del Rossetti rispettivamente a 15, 10 e 8 euro.

Gallerie a 5 euro per gli associati CRAL.

Martedì 18 dicembre 2012 – ore 20,30

Politeama Rossetti – Trieste

“Ballo al Savoy”

musica di Paul Abraham adattamento del testo di Maurizio Soldà dal libretto di Alfred Grünwald e Fritz Löhner-Beda

con Andrea Binetti, Maurizio Soldà, Marzia Postogna,

Giovanna Michelini, Mathia Neglia, Gabriella Thierry e Julian Sgherla

Ensemble Jazz: al pianoforte Maurizio Baldin e Carlo Corazza, al violino

Antonio Kozina, alla batteria Lorenzo Fonda e alla tromba Giovanni Vello

con la Corale Polifonica di Montereale Valcellina

Coreografie Maria Bruna Raimondi

Con la partecipazione del corpo di ballo dell’Accademia Artinscena di Trieste

Gruppo di Flashdance coordinato da Maria Bruna Raimondi,

gruppo di Flamenco coordinato da Elisabetta Romanelli,

gruppo di Danza Orientale coordinato da Maria Grazia Baiocchi,

gruppo di Danza Classica coordinato da Franca Desinio

costumi, trucco e parrucco di Michela Pertot

Direttore musicale Maurizio Baldin

Regia di Andrea Binetti

Produzione dell’Associazione Internazionale dell’Operetta FVG

Direzione alla produzione Rossana Poletti

Operetta su musica di Paul Abraham e libretto di Alfred Grünwald e Fritz Löhner-Beda, “Ballo al Savoy” fu rappresentata per la prima volta il 23 dicembre 1932 al Großes Schauspielhaus di Berlino. Ricorre infatti quest’anno l’ottantesimo dal debutto. La partitura dell’operetta risulta essere più moderna rispetto ai canoni dell’epoca, facendo un uso abbondante di musiche a ritmo di foxtrot e balli di impronta latino-americana, come il tango e il paso doble, che in quel tempo cominciavano a invadere l’Europa, contaminando tutto il teatro musicale.

Il maggiordomo Arcibaldo ci introduce in casa Frankfurter dove si festeggiano i padroni di casa, Aristide e Maddalena, appena tornati da un lungo viaggio di nozze. Fra gli eleganti invitati spiccano lo stravagante Mustafà Bey, un turco sempre alla ricerca di una nuova

moglie, e la frizzante Daisy Parker, cugina della padrona di casa. Nel mezzo del divertimento generale Aristide riceve un telegramma da Tangolita, una danzatrice sua ex-fiamma, che pretende una notte d´amore con lui: lo aspetterà al Savoy. Aristide, consigliato da Mustafà, trova una buona scusa per andare: deve assolutamente incontrare il suo amico Pasodoble, compositore jazz al Savoy. Naturalmente Aristide non conosce affatto Pasodoble anche perché in tal caso saprebbe che Pasodoble non è altro che lo pseudonimo dietro cui si nasconde Daisy Parker, la cugina di sua moglie. Maddalena è quindi certa che si tratta di una scusa. Decisione fatale: anche loro andranno al Savoy, Daisy per dirigere il concerto, Maddalena per sorvegliare il marito. Al Savoy arriva fra gli avventori un buffo e timido avvocato, Celestino, che si concede ogni tanto qualche follia nel celebre hotel. Quando Maddalena si rende conto che suo marito, dopo il bellissimo numero di danza di Tangolita, si ritira con questa in un separé, fa altrettanto con lo stralunato Celestino. A questo punto la direzione del Savoy premia Pasodoble per le sue composizioni jazz rivelandone la vera identità. Aristide è sbalordito ma lo è ancora di più quando Maddalena sotto l´effetto dello champagne dice di aver tradito il marito. La mattina dopo nella sua bella villa Aristide è furibondo e pretende il divorzio. Le pratiche per il divorzio vengono affidate ad uno studio che manda proprio l´ignaro Celestino: immaginate lo scompiglio! E anche il lieto fine!

Questa la storia originale, ma noi saremo a Trieste nel 1932. Da una villa a Barcola ci trasferiremo all’Hotel Savoia Excelsior Palace, inaugurato proprio 100 anni fa, assieme ad Aristide, giovane triestino nobile decaduto, e a Maddalena sua sposa, ricca proprietaria terriera friulana.

Prezzi dei biglietti : Platea A-B 20 euro, Platea C 15 euro e Galleria 10 euro. Ridotti per gli abbonati del Rossetti rispettivamente a 15, 10 e 8 euro.

Gallerie a 5 euro per gli associati CRAL.

info: Associazione Internazionale dell’Operetta FVG , via Ponchielli 3 – Trieste – tel 040 – 364200

e-mail:info@triesteoperetta.it, www.triesteoperetta.it

prenotazioni e prevendita presso la Biglietteria del Politeama Rossetti – Largo Giorgio Gaber, 1 tel. 040-3593511 (Orario fino al 28 ottobre: da lunedì a sabato 8.30-12.30, 15.30-19; domenica chiuso. Orario dal 29 ottobre: da martedì a sabato 8.30-12.30, 16.00-19.30; lunedì chiuso.

Punti vendita: Ticket Point di Corso Italia (giorni feriali 8.30-12.30, 15.30-19), Info Point Centro Commerciale Torri d’Europa (via D’Alviano), Radioincorso, 4° piano edificio H3, Campus universitario, via A. Valerio 12/2, servizio per studenti universitari, tel.: 040.5584212 (Lunedì-Giovedì: 11.30 – 14.30) e presso tutti i punti vendita del circuito Vivaticket. L’elenco completo è disponibile sul sito www.vivaticket.it. I biglietti si possono acquistare anche online sul sito www.ilrossetti.it. Informazioni anche al tel. 040/3593511.

About Central Palc Staff

Central Palc nasce nel 2010 come portale ufficiale delle riviste cartacee L'Opera e Musical!. Dal febbraio 2014 ha allargato i suoi orizzonti abbracciando tutti gli altri generi teatrali affermandosi così come il portale web più aggiornato del panorama teatrale italiano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top