Home / MUSICAL / PRESENTATO ALLA STAMPA THE FULL MONTY

PRESENTATO ALLA STAMPA THE FULL MONTY

di Ilaria Faraoni

Debutterà il 29 gennaio al Teatro Sistina di Roma il nuovo adattamento di The Full Monty di Massimo Romeo Piparo. Prima di arrivare nella capitale però, due anteprime al Teatro Traiano di Civitavecchia il 26 e 27 gennaio. Dopo Roma, un lungo tour che si concluderà ad aprile.

Intanto il musical è stato presentato alla stampa, a Milano. Segue comunicato:

Scene Teresa Caruso

Luci Umile Vainieri

Suono Luca Finotti

Coreografie Bill GOODSON

Direzione musicale Emanuele FRIELLO

Adattamento e Regia Massimo ROMEO PIPARO


COMUNICATO STAMPA:

Milano, 17 dicembre 2012

Dal 29 gennaio 2013, con un nuovissimo e originale adattamento firmato Massimo Romeo Piparo, arriva nei teatri italiani The Full Monty, la vicenda dei disoccupati spogliarellisti più amata e applaudita di tutti i tempi, il Musical più atteso di questa nuova stagione teatrale.

Lavoro e disoccupazione sono i temi caldi di questi mesi e forse del prossimo decennio. Mettere in scena uno spettacolo agganciato fortemente alla realtà sociale che il Paese sta vivendo e sorriderci un po’ sopra… forse può anche aiutare a sdrammatizzare il momento. Forte dell’esperienza avuta con due grandi Musical come Il Vizietto e Rinaldo in Campo (sul tema delle coppie di fatto il primo, e sull’Unità dell’Italia e il riscatto del Sud il secondo), PeepArrow Entertainment mette in scena un altro grande Cult del Cinema e del Teatro mondiale.

Tratto dal film campione d’incassi del 1997(e musical teatrale nel 2000, rappresentato con enorme successo nei palcoscenici di tutto il mondo), lo spettacolo narra la storia di un gruppo di lavoratori rimasti disoccupati in seguito ad un’ondata di licenziamenti da parte dei manager di una grossa fabbrica inglese, dopo anni di dedizione da parte dei propri operai. Il tema fa subito pensare alla situazione italiana e l’aggancio al sociale e all’attualità: la vicenda che nel film era ambientata nell’Inghilterra industriale del nuovo millennio, nella versione firmata Massimo Romeo Piparo vedrà protagonista un’anonima azienda italiana.

Raggiunto, anzi doppiato, l’obiettivo più ambizioso: quello di coinvolgere nel cast un vero disoccupato, anzi due: Marco Serafini e Simone Lagrasta hanno superato un casting molto speciale che ha avuto luogo a Torino lo scorso ottobre. Le audizioni, rigorosamente riservate a tutti i lavoratori che avessero perduto l’impiego negli ultimi 24 mesi, sono state promosse direttamente dai canali interni dei principali sindacati italiani (Cisl, Cgil, Uil, Fim), dai Centri per l’Impiego della Provincia di Torino e dalla PeepArrow Entertainment. L’iniziativa è nata proprio per offrire un’opportunità concreta di lavoro: due “veri” disoccupati scritturati da Massimo Romeo Piparo con un regolare contratto della durata di un anno.

Marco Serafini, ex impiegato di una ditta di pulizie, sarà il protagonista del Musical insieme ad una vera e propria squadra di “campioni” dello spettacolo italiano: (in ordine alfabetico) Paolo Calabresi (Boris, Le Iene, ecc.), Gianni Fantoni (Zelig, ecc.), Sergio Muniz (Caterina e le sue figlie, Squadra antimafia, ecc.), Paolo Ruffini (Colorado, Stracult, Maschi contro femmine, ecc.), Jacopo Sarno, (Quelli dell’intervallo, High School Musical, ecc.) e Pietro Sermonti (Boris, Nero Wolfe, ecc.). Nato a Torino il 26 giugno 1974, Marco Serafini vive a Moncalieri, in provincia di Torino (“lo stesso paese di Luca Argentero”, tiene a precisare). Il provino è stato del tutto casuale e a tal proposito dice: “Quando a 38 anni sei disoccupato, non stai tanto a guardare cosa ti va bene e cosa no… Ho fatto il provino con lo stesso spirito con il quale avrei potuto affrontare un colloquio per operatore ecologico!” E’ una grande opportunità che faccio ancora fatica a realizzare, ma voglio rimanere con i piedi per terra, anzi…fissati nel cemento!”.

Simone Lagrasta, 24 anni ex falegname, avrà un ruolo come ballerino e cantante: “non posso credere che una simile fortuna sia capitata proprio a me! Recitare in questo Musical nei teatri più importanti…non è roba da poco! Ce la metterò tutta!”

La Regia e l’adattamento del musical sono di Massimo Romeo Piparo (My Fair Lady, Il Vizietto, Rinaldo in Campo, Jesus Christ Superstar, Smetti di Piangere Penelope, HairSpray, Evita, Tommy, La Febbre del Sabato Sera, Lady Day, Alta Società) che è felice di portare in scena in un momento di grande crisi un cast così importante e una produzione di alto livello artistico e finanziario. A completare il team creativo che ha già dato vita a successi come “Hairspray” e “Il Vizietto- La Cage aux Folles” saranno la direzione musicale di Emanuele Friello e le coreografie di Bill Goodson.

UN ADATTAMENTO TUTTO ORIGINALE

Questa edizione di Full Monty godrà di un adattamento del tutto originale. La vicenda sarà ambientata in Italia e vedrà protagonista un gruppo di operai disoccupati che vivono nella periferia industriale di Torino, divisi tra la passione per Andrea Pirlo e un salario da re-inventare. I sei operai si imbarcano in un’impresa fuori dall’ordinario per raggranellare un po’ di soldi necessari per le rispettive incombenze: allestire uno spettacolo di spogliarello maschile. L’allenamento e le prove cui si sottopongono permettono loro di ritrovare fiducia in sé stessi, e tutti i loro sforzi per riscattarsi culminano in un gioioso e liberatorio striptease che segna per ciascuno di essi l’inizio di una nuova vita. Tra amarezza e ironia, canzoni e hit famosissime, si snoda uno spettacolo divertente e intelligente, che è diventato un cult e sarà l’appuntamento imperdibile di questa stagione teatrale.

www.thefullmonty.it

www.fullmontymusical.it

www.peeparrow.com

MARCO SERAFINI

Nato a Torino il 26 giugno 1974, Marco Serafini vive a Moncalieri, in provincia di Torino (“lo stesso paese di Luca Argentero”, tiene a precisare). Da bravo torinese ha il calcio nel sangue, ha giocato a livello amatoriale fino allo scorso anno (dall’età di appena 6 anni) e il suo sogno nel cassetto fino a poco tempo fa era quello di diventare un grande calciatore.Marco ha frequentato il liceo scientifico per poi iscriversi prima alla facoltà di scienze politiche e poi a quella di scienze dell’educazione senza però portare a termine gli studi.

Dall’età di 15 anni ha sempre fatto i lavori più disparati, dalle pulizie in fabbrica al rappresentante di prodotti per capelli, dal falegname all’operaio in fabbrica non riuscendo però a trovare un’occupazione fissa. Il provino per il musical Full Monty è stato del tutto casuale, ne è venuto a conoscenza solo qualche giorno prima e a tal proposito dice: “Quando a 38 anni sei disoccupato, non stai tanto a guardare cosa ti va bene e cosa no… Ho fatto il provino con lo stesso spirito con il quale avrei potuto affrontare un colloquio per operatore ecologico!” E’ una grande opportunità -dice ancora Marco- che faccio ancora fatica a realizzare, ma voglio rimanere con i piedi per terra, anzi…fissati nel cemento!”.

SIMONE LAGRASTA

Nato il 12 novembre 1988, Simone Lagrasta vive a Torino. Dopo la licenza media si iscrive all’Istituto Tecnico per Geometri che abbandona per seguire le orme del padre, falegname, e iscriversi alla scuola professionale di falegnameria.

Dopo il diploma trova subito un impiego come arredatore in un cantiere navale, ma la crisi si fa sentire e presto viene “lasciato a casa insieme a tanti altri operai”. Frequenta quindi diversi stage (non retribuiti) e, fra un impiego e l’altro, lavora per varie stagioni nei villaggi turistici come animatore sportivo. E’ lì che nasce la passione per lo spettacolo.

Abbandonati i lavori stagionali, trova un impiego come Stuntman in un parco di divertimenti , ma dopo qualche tempo Simone è di nuovo disoccupato. Trova nuovamente lavoro in una falegnameria ma dopo un anno e mezzo, la storia si ripete.

E’ per puro caso che viene a conoscenza del provino per il Musical Full Monty che decide di fare senza molta convinzione, avendo già deciso di partire per la Finlandia in cerca di un’occupazione: “ancora adesso faccio fatica a realizzare – dice – non posso credere che una simile fortuna sia capitata proprio a me! Recitare in questo Musical nei teatri più importanti…non è roba da poco!Ce la metterò tutta! Simone ha due sogni nel cassetto: il primo è quello di girare un film “una grande americanata”, come lo definisce lui stesso. Il secondo è di riuscire a dare una mano economica alla famiglia, magari proprio grazie ad un impiego nel mondo dello spettacolo. Nel frattempo “se avete un cassetto rotto…e avete bisogno di un falegname…non si butta via niente!”.

MASSIMO ROMEO PIPARO (Regia)

MASSIMO ROMEO PIPARO ha studiato Lettere Moderne presso l’Università di Messina. Dal 1989 è Giornalista pubblicista e fino al ’94 collabora con la redazione Spettacoli del quotidiano “La Gazzetta del Sud” come critico musicale. Nell’anno Accademico 2006/2007 insegna “Istituzioni e tecniche di Regia” presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Messina. Nel ’95 è stato Direttore Artistico del Teatro Greco di Tindari. Nel 1996 dirige Corrado Guzzanti nel suo debutto teatrale con lo spettacolo Millenovecentonovantadieci. Nel ’98 fonda la PLANET MUSICAL ITALY con cui ha prodotto e diretto le edizioni originali dei musical più famosi: Evita, Tommy, Jesus Christ Superstar. Con quest’ultimo allestimento è riuscito a riportare sulle scene, a trent’anni dal film, Carl Anderson nel ruolo di Giuda, vantando tutt’oggi il record italiano del Musical più longevo coi suoi 11 anni consecutivi di programmazione. Ha inoltre curato la traduzione in italiano e diretto l’edizione integrale del Musical My Fair Lady. Dal 2001 è in programmazione il grande successo La Febbre Del Sabato Sera che ha già registrato il record italiano di programmazione nello stesso Teatro con 16 settimane consecutive al Nazionale di Milano ed è stato lo spettacolo più visto della stagione 2002/2003 (fonte:Borsa Teatro del “Giornale dello spettacolo”). Nell’estate del 2002 ha inaugurato il Festival di Benevento Città Spettacolo diretto da Maurizio Costanzo, con il musical Lady Day – La signora Billie Holiday interpretato da Amii Stewart, di cui ha scritto il libretto originale. Dal 2000 al 2004 è il Direttore Artistico del Teatro Nazionale di Milano. Nel 2004 per la Ballandi Ent. è autore per il programma Raiuno Stasera pago io – Revolution condotto da Fiorello. Dal febbraio 2005 è autore e capo progetto delle tre edizioni di Ballando con le Stelle condotto da Milly Carlucci su Raiuno. Nell’estate 2005 è direttore artistico e capo progetto della rassegna Garda che…Musical! e dello speciale in prima serata Garda on Broadway su Raidue. Nel 2006 è Direttore Artistico e Autore per la Endemol Italia di Notti sul Ghiaccio condotto da Milly Carlucci su Raiuno. Dal Giugno 2005 è stato Direttore Artistico del Teatro Stabile di Messina. Nel Gennaio 2007 ha debuttato con un nuovo Musical di Cole Porter, Alta Societa’ interpretato da Vanessa Incontrada. Nell’estate 2007 è stato impegnato con il Festivalbar 2007 per Italia1. Ha infine curato la direzione artistica, e ne è stato capo-progetto, di Miss Italia nel Mondo e Miss Italia 2007 per Raiuno. Dal Gennaio 2008 è consulente di Raduno per lo sviluppo e la creazione di nuovi format TV. La stagione teatrale 2008/2009 lo vede impegnato nella messinscena di due nuovi musical: Hairspray …Grasso è Bello, eletto a Londra e Broadway “miglior musical dell’anno”, e Cenerentola, con Roberta Lanfranchi e Antonio Cupo, con le straordinarie musiche e canzoni di Rodgers & Hammerstein.

Nella stagione 2010/2011 riporta in scena nei maggiori teatri italiani, dopo 15 anni dalla prima rappresentazione italiana e al suo 40°anniversario, lo storico musical Jesus Christ Superstar un grande successo di pubblico e critica con Max Gazzè e Ivan Cattaneo nel ruolo di Erode, Matteo Becucci, Mario Venuti, Simona Bencini e Paride Acacia. Massimo Romeo Piparo è il Direttore Artistico del Festival Arte a Tindari. Oltre al musical La Cage aux Folles, nella stagione 2011/2012, Massimo Romeo Piparo porta in Tour la Commedia brillante “tutta al femminile” Smetti di piangere Penelope! Con Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo, che arriva in Italia per la prima volta dopo lo strepitoso successo ottenuto a Parigi, dove è rimasto in scena per tre anni consecutivi con oltre 600 repliche all’attivo. Sempre nello stesso anno è impegnato col Teatro Sistina di Roma per un riallestimento-colossal in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia della grande Commedia musicale di Garinei & Giovannini Rinaldo in Campo con musiche di Domenico Modugno e interpreti Serena Autieri e Fabio Troiano. In questa stagione, Massimo Romeo Piparo porta in tour altri due grandi musical: “Il Vizietto” con Enzo Iacchetti e Marco Columbro, “My Fair Lady” con Vittoria Belvedere e Luca Ward.

PEEP ARROW ENTERTAINMENT

Peep Arrow è la nuova sigla del direttore artistico Massimo Romeo Piparo che eredita l’intensa attività realizzata negli anni con Planet Musical.

PLANET MUSICAL nasce nel 1998 in Sicilia, a Messina, come evoluzione del Teatro della Munizione: compagnia teatrale creata nel 1990 da Massimo Romeo Piparo. Sulla base di una profonda conoscenza del teatro e soprattutto del genere “musical”, Planet ha contribuito in modo importante a sviluppare la conoscenza e la cultura del musical in Italia. Per la prima volta, infatti, presenta sul mercato teatrale italiano i grandi musical in lingua originale facendo conoscere al nostro pubblico il grande Sir Andrew Lloyd Webber.

E’ del 1994 la prima opera teatrale “Jesus Christ Superstar” di Webber e Rice, allestita e rappresentata in diverse versioni fino al 1999 ottenendo il “Premio speciale Bob Fosse – Targa R. Rascel” per l’allestimento. Proprio con quest’ultimo allestimento il regista Massimo Romeo Piparo è riuscito a riportare sulle scene il grande Carl Anderson che, come nel celeberrimo film diretto da Norman Jewison, veste ancora, anzi per l’ultima volta, i panni di Giuda. Accanto a lui, nel ruolo della Maddalena, una splendida Amii Stewart.

Nel 2000, anno del Grande Giubileo, il musical prodotto da Planet ha ottenuto un riconoscimento ufficiale dalla Santa Sede e, Carl Anderson, Olivia Cinquemani (un’emozionante Maddalena) e Paride Acacia (interprete di un Gesù, pieno di vigore e sensibilità) vengono ricevuti dal Pontefice Giovanni Paolo II.

Altri titoli importanti hanno caratterizzato le produzioni della Planet Musical: nel 1998 “Tommy”, il musical anticonformista e “scorretto” scritto da Pete Townshend degli Who; nel 1999 “My Fair Lady”, portato al successo dal film che ha visto protagonista la grande Audrey Hepburn. Quest`ultima opera è stata interpretata da Olivia Cinquemani e Luca Biagini e, in seguito, da Gaia De Laurentiis e Corrado Tedeschi, entrambi ritornati dagli schermi televisivi al teatro.

Nel 2001, propone al pubblico italiano “La Febbre del Sabato Sera”, tratto dal film cult degli anni 70 interpretato da John Travolta, con le travolgenti musiche dei Bee Gees. Lo spettacolo fa registrare il record di tenitura di una produzione italiana nello stesso teatro, con le sue 16 settimane consecutive al Nazionale di Milano.

Nel 2003 Planet Musical produce un musical originale sulla vita della grande Billie Holiday: “Lady Day, la regina dello Swing”, scritto e diretto da Massimo Romeo Piparo, e interpretato da Amii Stewart.

Nel 2006 “La Febbre del Sabato Sera” è stato riallestito con i maestri di Ballando con le Stelle, il fortunato programma televisivo di Raiuno di cui Massimo Piparo è autore e direttore artistico. Questo spettacolo ha girato teatri e palazzetti di tutta Italia con un eccezionale successo di pubblico.

Nel 2007 Planet Musical porta in scena “Alta Società” con Vanessa Incontrada: ancora una anteprima italiana di uno spettacolo rappresentato sui palcoscenici di Broadway e della West End londinese.

Nella stagione teatrale 2008/2009, due nuove opere musicali: “Hairspray – grasso è bello” con Giovanna D’Angi e Stefano Masciarelli, eletto a Londra e Broadway “miglior musical dell’anno”, e “Cenerentola” con Roberta Lanfranchi, Antonio Cupo e le straordinarie musiche di Rodgers & Hammerstein. Nel 2010/2011, per festeggiare il 15° anniversario di Jesus Christ Superstar, l’opera rock più famosa di tutti i tempi, la Planet Musical recluta un cast d’eccezione: Matteo Becucci, Simona Bencini, Mario Venuti, Paride Acacia e la partecipazione straordinaria di Max Gazzè.

PLANET MUSICAL oltre a “crescere” e lanciare giovani figure professionali di cantanti e attori ha inserito nei suoi spettacoli artisti internazionali: oltre all’indimenticato Carl Anderson e alla già citata Amii Stewart, apprezzata anche come interprete delle musiche di Ennio Morricone e Nicola Piovani, figurano nomi come Jaime Rogers, coreografo e ballerino del film “West Side Story”, Sebastien Torkia, Rocky Roberts e Bob Simon. Quest’ultimo per diversi anni ha interpretato Frank-N-Furter nel famosissimo “Rocky Horror Picture Show”. Proprio mentre era impegnato nel “Rocky Tour 2000” in Italia, ottiene ruoli da protagonista ne “La febbre del Sabato Sera”, “Evita” e “Jesus Christ Superstar”. Nel 2002 ha ricevuto le nomination per due “Italian Musical Awards”: miglior attore per “Evita” e miglior attore coprotagonista per “La Febbre del Sabato Sera” e proprio per il ruolo di Dj Monty ha vinto il premio.

Massimo Romeo Piparo ha cambiato il modo di intendere “l’opera musicale” in Italia, proponendo il vero musical con l’orchestra dal vivo e il progressivo svilupparsi dell`azione mediante dialoghi cantati, musiche e danze.

La prima produzione del nuovo corso della PEEP ARROW è la commedia brillante “tutta al femminile” Smetti di Piangere Penelope! che arriva in Italia per la prima volta dopo lo strepitoso successo ottenuto a Parigi. Lo spettacolo, nella versione adattata e diretta da Massimo Romeo Piparo, porta sul palcoscenico uno dei temi più attuali dell’universo femminile: “Il mio orologio biologico ha deciso: io faccio un figlio, chi c’è…c’è!”. Protagoniste di questa commedia sono Tosca D’Aquino, Nicoletta Romanoff (stagione 2010/2011), Roberta Lanfranchi (stagione 2011/2012) e Samuela Sardo.

Le ultime produzioni targate Peep Arrow sono:

Nella stagione 2012/2013 torna in teatro My Fair Lady, una co-produzione con Il Teatro Sistina: uno dei più amati classici della storia del Musical che vedrà protagonisti Vittoria Belvedere (Eliza Doolittle) e Luca Ward (Prof. Higgins), con Aldo Ralli (Alfred Doolittle) ed Enrico Baroni (Col. Pickering).

La Cage aux Folles, la commovente storia d’amore ricca di glamour anni ’70 ambientata in un locale molto “particolare” della Costa Azzurra. Una storia d’Amore con la A maiuscola, piena di esilaranti colpi di scena dal lieto fine in un mix di splendide musiche di Jerry Herman (“Hello Dolly” e “Zia Mame”) e un copione perfetto di Jean Poiret.

Protagonisti dell’edizione 2011/2012 Massimo Ghini (Zazà) e Cesare Bocci (Renato). Protagonisti di questa nuova edizione sono Enzo Iacchetti (Zazà) e Marco Columbro (Renato).

About Central Palc Staff

Central Palc nasce nel 2010 come portale ufficiale delle riviste cartacee L'Opera e Musical!. Dal febbraio 2014 ha allargato i suoi orizzonti abbracciando tutti gli altri generi teatrali affermandosi così come il portale web più aggiornato del panorama teatrale italiano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top