Home / MUSICAL / INAUGURATA LA STAGIONE DELLA CASA DA MUSICA DI PORTO DEDICATA AL REPERTORIO ITALIANO

INAUGURATA LA STAGIONE DELLA CASA DA MUSICA DI PORTO DEDICATA AL REPERTORIO ITALIANO

Comunicato stampa:

Il 18 gennaio si è inaugurata la stagione della Casa da Música di Porto dedicata al repertorio italiano, dalla musica rinascimentale al contemporaneo, senza trascurare jazz e dintorni.

Per il settimo anno consecutivo (dopo la Spagna, i paesi Scandinavi, il Brasile, l’Austria, gli Stati Uniti e la Francia) la Casa da Música sceglie un paese tema cui dedicare la programmazione musicale di un intero anno, puntando su un intenso rapporto artistico ed educativo con artisti, compositori e istituzioni di riferimento di quel paese.

L’Italia è il paese eletto per il 2013. Da gennaio a dicembre sono in programma capolavori del patrimonio musicale italiano, dal Cinquecento alla musica contemporanea. Uno spazio considerevole è riservato ai capisaldi del Novecento italiano e ai compositori contemporanei come Luca Francesconi (Compositore in Residenza 2013), Salvatore Sciarrino (Compositore in Associazione 2013), Giorgio Battistelli (Artista in Associazione 2013) e Oscar Bianchi, con quattro prime esecuzioni e commissioni della Casa da Música. Per la musica antica saranno ospitati invece Rinaldo Alessandrini (Artista in Associazione “À Volta do Barroco”), il suo ensemble Concerto Italiano (Gruppo in Associazione) e Ensemble Accordone (Gruppo in Associazione), dedito alla musica italiana per voce e basso continuo dal XVI al XVIII secolo.

Fra gli altri artisti italiani invitati a esibirsi in ambiti tra loro lontani ci saranno il soprano Roberta Invernizzi, i pianisti Andrea Lucchesini, Benedetto Lupo, Ludovico Einaudi, Stefano BollaniL’Orchestra di Piazza Vittorio e l’Enrico Rava Duo. Il festival è scandito infatti dai ritratti dei compositori contemporanei ospiti, gli anniversari di Giuseppe Verdi (bicentenario dalla nascita), Carlo Gesualdo(quattrocentenario della morte) e di Luciano Berio (decimo anno dalla morte).

Nella programmazione artistica l’attenzione è dunque duplice, alle opere in cartellone e agli artisti chiamati a eseguirle. L’affresco musicale italiano non passa solo da un excursus temporale della musica d’arte ma tocca anche il jazz e la musica da film (ad esempio le colonne sonore di Nino Rota e Nicola Piovani con un focus speciale sulle musiche dei film di Luchino Visconti), a testimonianza dell’impegno a tutto campo della Casa da Música, volto a un dialogo ad ampio raggio col suo uditorio. In programma si contano 100 composizioni di 40 compositori tra cui figuranoClaudio Monteverdi, Alessandro e Domenico Scarlatti, Antonio Vivaldi, Luigi Cherubini, Gioachino Rossini e Gaetano Donizettie tanti autori del Novecento storico tra cui Giacinto Scelsi, Goffredo Petrassi, Luigi Nono, Bruno Maderna, Gianfrancesco Malipiero, Luigi Dallapiccola, Franco Donatoni.

Il tema Italia costituisce anche un eccellente contesto per far ascoltare una selezione di veri capolavori del patrimonio musicale portoghese del XVIII secolo, ricordando che c’è stato un tempo in cui una pleiade di compositori portoghesi ha usufruito in Italia del miglior insegnamento della musica, facendo carriera nel bel paese e, in alcuni casi, conquistando a partire dall’Italia fama su scala europea.

Nuove partnership con Milano Musica, Fondazione Romaeuropa, MITO Settembre Musica si sono aggiunte a quelle continuative nel panorama europeo: La Cité de la Musique, l’Ensemble Intercontemporain, la London Philharmonic e la BBC Symphony Orchestra, l’Orchestre Nationale de France e l’Orchestra Nationale du Capitole de Toulouse, per citarne solo alcune.

Breve storia e direttive artistiche

La Casa da Música di Porto, fondata dallo Stato portoghese e dal Comune di Porto, è stata inaugurata nel 2005 ed è divenuta in pochi anni uno dei centri culturali più interessanti d’Europa. Dal design avanguardistico e di grande effetto, la Casa da Música organizza a Porto una ricca stagione concertistica, corredata di tournée all’estero, allo scopo di promuovere la musica (in particolare quella nazionale) e lo scambio con altre istituzioni culturali portoghesi e straniere.

L’olandese Rem Khoolaas, tra i più importanti e rivoluzionari architetti della scena internazionale, ha ideato un edificio a forma di poliedro di colore bianco che incuriosisce e affascina. Costruita sul porto nell’area della Rotonda da Boavista, vicino al centro storico di Porto, la Casa da Música si estende su una superficie di ventidue mila metri quadrati. Opera di cerniera tra la vecchia e la nuova Porto, spazio moderno e polivalente, la Casa da Música comprende due auditorium, uno spazio per la cyber music, due stanze per progetti educativi, uno spazio ricerca, un bar e un ristorante.

Gli spazi comuni sono sempre monocromi, grigi, in alluminio e pietra, e contrastano con le sale colorate. L’auditorium principale, i cui muri rivestiti in foglia d’oro evocano le “talhasdouradas” (tipiche decorazioni portoghesi) delle chiese barocche del centro storico di Porto, può ospitare fino a 1.238 spettatori, 120 musicisti e un coro di 143 elementi e, grazie all’ottima acustica, si presenta come lo spazio ideale per performance musicali di alto livello. Il Piccolo Auditorium è un ambiente caratterizzato da grande flessibilità, che ben si presta a ospitare eventi artistici di svariata natura. Lo spazio cyber, dedicato all’innovazione e alla creatività, è destinato alle installazioni di progetti multimediali e allo sviluppo della sperimentazione nel settore della musica elettronica.

Il punto di forza dell’intero progetto, design a parte, è la programmazione musicale che fa della  ‘diversità’ la sua parola d’ordine e della promozione degli artisti portoghesi il suo fine. La Casa da Música ospita infatti concerti di musica classica, rock, jazz, fado, opere, oltre a workshop e a progetti educativi. I concerti sono affidati a formazioni internazionali di prestigio oltre che alle quattro formazioni residenti (Orquestra Sinfónica do Porto Casa da Música, Remix Ensemble Casa da Música, Orquestra Barroca Casa da Música, Coro Casa da Música).

casadamusica.com

L’amministratore delegato della Fundação Casa da Música

Nuno Azevedo

Direttore artistico Fundação Casa da Música

António Jorge Pacheco

Comitato d’Onore Anno Italia

Manuel Lobo Antunes

(Presidente / Ambasciatore del Portogallo in Italia)

Talia Pecker Berio

(Centro Studi Luciano Berio)

Bruno Cagli

(Accademia Nazionale di S. Cecilia)

Mimma Guastoni

(Milano Musica)

Nuria Schoenberg Nono

(Fondazione Archivio Luigi Nono)

Fortunato Ortombina

(Teatro La Fenice, Venezia)

Maurizio Pollini

(Pianista)

Monique Veaute

(Fondazione Romaeuropa)

CASA DA MÚSICA

La Casa da Música è stata concepita nel 2001, l’anno in cui Porto è stata capitale culturale europea ed è il primo edificio in Portogallo a essere interamente dedicato alla musica, dal punto di vista della fruizione, dell’educazione e della creazione. Il progetto prese forma nel 1999 dopo che Rem Koolhaas & Ellen van Loon – Office for Metropolitan Architecture vinsero l’appalto internazionale e la Casa da Música aprì al pubblico nel 2005. Inquadrato nella riqualificazione urbana di Porto e al contempo nella scena musicale internazionale, questo progetto culturale abbraccia tutti i generi musicali, dalla classica al jazz, dal fado alla musica elettronica, dalle grandi produzioni internazionali alle proposte più sperimentali.

Oltre ai concerti e agli altri tipi di performance, la Casa da Música organizza anche eventi per musicisti e musicologi e investe nella ricerca sulle origini della musica portoghese. Svolge inoltre un ruolo importante nell’ambito dell’educazione musicale per tutti i tipi di uditorio ed è un luogo di incontro tra la musica e le altre aree artistiche.

LA FONDAZIONE

L’apertura della Casa da Música nel 2005 è stata il passo decisivo per la creazione della Fundação Casa da Música, sorta nel 2006 grazie allo sforzo congiunto dello Stato portoghese e di investitori privati. Si tratta di una società privata il cui scopo è promuovere le attività culturali ed educative inerenti alla musica. Un aspetto della sua politica è quello di creare uno spazio dove possano operare musicisti nazionali e stranieri,amateurs, professionisti, studenti e ricercatori, un altro obiettivo è quello di tentare di attrarre un pubblico nuovo e più trasversale.

Il contributo della Fondazione Casa da Música include un servizio di educazione aperto a tutti con un’attenzione particolare per l’educazione artistica, preparazione di orchestre e altri gruppi residenti o non residenti. La Fondazione ha inoltre lo scopo di promuovere la Casa da Músicacome riferimento culturale della città di Porto e nell’area circostante, inserendo il Portogallo all’interno delle reti internazionali di promozione della cultura.

GRUPPI RESIDENTI

Orquestra Sinfónica do Porto Casa da Música

L’Orquestra Sinfónica do Porto Casa da Música è stata guidata da direttori ospiti quali Andris Nelsons, Reinbert de Leeuw, Vasily Petrenko, Tugan Sokhiev, Martin André, Peter Rundel, Yves Abel, Joseph Swensen, Takuo Yuasa, Pablo Heras-Casado, Olari Elts, John Storgårds e Joana Carneiro. Si è esibita con solisti quali António Meneses, Håkan Hardenberger, Andreas Haefliger, Boris Berezovsky, Natalia Gutman, Christian Lindberg, Marc-André Hamelin, Sequeira Costa, Simon Trpčeski, Gerardo Ribeiro, Lise de la Salle, Ana Bela Chaves, Martin Grubinger, Midori, Jean-Efflam Bavouzet, Lisa Milne, Birgit Remmert, Joyce DiDonato, Elisabete Matos, Anssi Karttunen e Steven Isserlis. Ha lavorato con alcuni dei principali compositori contemporanei, da Emmanuel Nunes a Magnus Lindberg, Jonathan Harvey e Kaija Saariaho. Christoph König è il direttore principale.

Il repertorio dell’orchestra include un ampio ventaglio di stili musicali come jazz, fado, hip-hop e musica da film. Allo stesso modo c’è un forte impegno nelle attività formative: ogni anno, nell’ambito del progetto “L’orchestra va a scuola”, la Sinfónica di Casa da Música visita una serie di scuole nella regione. Inoltre tiene dei workshop per giovani compositori e delle masterclass per direttori d’orchestra sotto la supervisione di Jorma Panula.

Nella stagione 2010-2011 è stata la prima orchestra portoghese a esibirsi nell’integrale delle sinfonie mahleriane.

L’orchestra si esibisce in oltre cinquanta concerti all’anno per la Casa da Música, ma ha un’intensa attività concertistica anche fuori da Porto: Konzerthaus di Vienna, Auditorium di Santiago de Compostela, Grande Auditório Gulbenkian a Lisbona, Festival Musica a Strasburgo, Auditorio Claudio Santoro/Festival Internacional de Campos de Jordão (Brazil), Theatro Muncipal de Paulínia (Brazil) e Sala São Paulo (Brazil).

Recentemente ha registrato opere di Jonathan Harvey, Schoenberg, Prokofiev, Sibelius, Kaija Saariaho e Pascal Dusapin. Ha inciso inoltre “Follow The Songlines” per Naïve e i concerti per pianoforte di Lopes-Graça per Naxos.

Remix Ensemble Casa da Música

Il Remix Ensemble è l’organico deputato alla musica contemporanea. Dal suo debutto nel 2000 il gruppo ha già eseguito settanta prime mondiali e svariate pagine di musica contemporanea, coprendo tutte le correnti, gli stili, gli idiomi. Sconfinando dall’ambito strettamente concertistico, ha fatto incursione nell’opera, nel teatro musicale, nella musica per film, nella danza e nel jazz.

Ospita regolarmente compositori perché possano tenere dei workshop sull’esecuzione dei propri brani. Tra questi Brice Pauset, Emmanuel Nunes, António Pinho Vargas, Frédéric Durieux, Heiner Goebbels, Iris ter Schiphorst, James Dillon, Magnus Lindberg, Mark-Anthony Turnage, Georges Aperghis, Helmut Lachenmann, Bernhard Lang, Matthias Pintscher, Harrison Birtwistle, David Horne, Wolfgang Mitterer, Hans Abrahamsen, Karin Rehnqvist e Jonathan Harvey.

A oggi il Remix Ensemble è stato diretto, tra gli altri, da Stefan Asbury, Ilan Volkov, Kasper de Roo, Pierre-André Valade, Rolf Gupta, Peter Rundel, Jonathan Stockhammer, Jurjen Hempel, Matthias Pintscher, Franck Ollu, Reinbert de Leeuw, Diego Masson, Paul Hillier ed Emilio Pomàrico.

A livello internazionale si è esibito a Parigi (IRCAM, Théâtre des Bouffes du Nord, Cité de la Musique e L’Odeon), Strasburgo (Musica), Bruxelles (Ars Musica), Huddersfield, Rotterdam, Madrid, Barcellona, Valence, Budapest, Orleans, Bourges, Reims, Norrköping, Vienna, Antwerp, Witten, Berlinoe Amsterdam.

Il primo doppio CD del Remix Ensemble distribuito nel 2004, contiene incisioni live e in studio di lavori di Pauset, Azguime, Côrte-Real, Peixinho, Dillon, Staud e Nunes. Sono anche disponibili nuovi dischi con musiche di Emmanuel Nunes (Numérica e Westdeutscher Rundfunk WDR/Wittener Tage für Neue Kammermusik), Bernhard Lang (Villa Concordia), Pinho Vargas (Numérica), Wolfgang Mitterer (Casa da Música), Klaus Ib Jorgensen (Da capo) e James Dillon (Aeon). Nel 2009, Remix Ensemble ha suonato svariate prime mondiali, tra cui “La Douce” di Emmanuel Nunes e lavori di Jorge E. Lopez, Daniel Moreira, José Luis Torá, Emilio Pomàrico e Chico Mello. L’opera“Massacre”di Wolfgang Mitterer è stata distribuita a settembre 2010 (Col Legno).

Nel 2011 Wolfgang Rihm è stato compositore in residence alla Casa da Música. Lo stesso anno il progetto “The Ring Saga” (musiche di Richard Wagner adattate da Jonathan Dove) ha circuitatoal Festival Musica Strasbourg, Cité de la Musique Paris, Saint-Quentin-en-Yvelines, Théâtre de Nîmes, Le Théâtre de Caen, Grand Théâtre du Luxembourg e Grand Théâtre de Reims e nel 2012 al Teatro Valli/Reggio Emilia.

Peter Rundel è il direttore principale del Remix Ensemble.

Orquestra Barroca Casa da Música

L’Orquestra Barroca Casa da Música si è costituita a partire da un piccolo gruppo di musicisti della Remix Orchestra, con lo scopo di suonare il repertorio barocco da una prospettiva storicamente informata. Fondamentalmente è composta da giovani musicisti specializzati nella early music, che suonano su copie di strumenti d’epoca, con arco barocco e corde di budello. Nel 2007, l’orchestra ha lavorato con specialisti del repertorio classico e barocco, come Harry Christophers e Fabio Biondi. Lavorare con direttori di livello internazionale è d’altronde una priorità dell’orchestra, così come suonare con solisti che già godono di fama nell’ambito dell’esecuzione di musica antica secondo la prassi esecutiva storica.

Il suo direttore musicale è l’inglese Laurence Cummings.

Coro Casa da Música

Il Coro Casa da Música si è esibito per la prima volta nel 2009 sotto la direzione Paul Hillier, rinomato a livello internazionale nel campo della musica corale.

Il coro si esibisce in lavori a cappella e composizioni sinfonico-corali coprendo un vasto repertorio, dal Rinascimento ai giorni nostri. Il loro lavoro coi vari ensemble-in-residence arricchisce senza dubbio la programmazione della Casa da Música come testimoniano i primi tre concerti del coro con un’ampia gamma di lavori dal barocco alla polifonia portoghese di Pedro do Porto e alla musica contemporanea.

IL REPERTORIO

La Casa da Música offre un’ampia varietà di generi musicali,dalle mode più recenti della cultura urbana ai capolavori della musica occidentale.

I suoi tre gruppi residenti sono i protagonisti della maggior parte dei concerti, ma compaiono in cartellone anche molti musicisti ospiti.

La direzione artistica della Casa da Música assume dei programmatori specializzati in diversi generi musicali e in educazione musicale che si battono per aggiornare e migliorare la loro conoscenza dei nuovi trend nella creazione ed esecuzione della musica, fornendo al pubblico una varietà di prospettive sulla produzione classica e contemporanea.

La Casa da Música offre la più eclettica e variegata programmazione del Portogallo. Nell’ampio ventaglio del repertorio figurano: musica vocale rinascimentale; musica strumentale manierista; capolavori del barocco e del periodo classico; il repertorio sinfonico del Romanticismo e dell’Espressionismo; l’intero repertorio del XX secolo; musica contemporanea di matrice accademica, comprese prime assolute e nazionali; il repertorio pianistico dalle origini a oggi; musica per banda; musica corale; differenti declinazioni del jazz,dalla tradizione alla sua fusione con altri generi; dance music; musica elettronica di varie origini; world music da un’ampia varietà di sorgenti; musica portoghese, dai grandi polifonisti del Rinascimento alle più nuove generazioni di fado; pop music nazionale e internazionale; hip hop.

I programmi incoraggiano inoltre le interferenze tra differenti generi musicali. I temi dei festival hanno incluso infatti “Suggia” (dedicata alla grande violoncellista portoghese Guilhermina Suggia), “Música e Revolução”, “Novas Músicas” e“À Volta do Barroco”.

Casa da Música presenta anche cicli di conferenze, workshop, installazioni di artisti, designer e architetti, un ampio ventaglio di eventi che si tiene in parti differenti della struttura lungo tutto l’anno, accrescendo così le relazioni con il pubblico.

SERVIZIO FORMATIVO

La Casa da Música investe nella formazione del pubblico con un programma di educazione artistica per esecutori, compositori e studenti di musica. Accoglie artisti in residence, presta i suoi palchi alle istituzioni formative, prende giovani interpreti nei suoi gruppi in residence e incoraggia continuamente la creazione musicale.

“Conoscere Ascoltare Fare Creare” sono i principi guida del servizio formativo della Casa da Música che include in un anno una vasta programmazione. I progetti combinano intrattenimento ed educazione, offrendo un invito permanente per la partecipazione e il divertimento con workshop dedicati alla creazione musicale, esibizioni interattive, concerti nei quali il pubblico gioca un ruolo speciale e training session. Questo servizio organizza attività che esplorano i metodi tradizionali e le moderne tecnologie, combinando la musica con altre aree culturali.

L’offerta mira a rispondere alle aspettative del pubblico di tutte le età. Dai bambini agli anziani, dagli esperti di musica a coloro che non comprendono a pieno il suo linguaggio concettuale, dalle famiglie agli studenti delle scuole, inclusi gruppi con specifiche caratteristiche: nessuno è lasciato fuori.

Il servizio formativo della Casa da Música da’ molta importanza all’intervento sociale attraverso il quale crea legami con la comunità.

SPAZI

Sala Suggia – la colonna portante e il cuore della Casa da Música – è un anfiteatro che può accogliere oltre mille spettatori. Le pareti di vetro offrono una connessione visiva con gli altri spazi pubblici e creano un gioco di ombre sulle decorazioni interne di oro e argento.

Caratterizzata dai suoi molteplici impieghi, la Sala 2 è il secondo auditorium più grande della Casa da Música, il tono rosso è ispirato ai teatri barocchi italiani con un pavimento piano e senza posti fissi.

La Cybermúsica, con le sue pareti verdi e la singolare acustica, è particolarmente adatta a ospitare conferenze e progetti di musica sperimentale.

Usata principalmente per eventi cerimoniali, la sala VIP concilia trasparenza e intimità, e comunica una forte eredità culturale esemplificata da pannelli di piastrelle che evocano le relazioni tra Portogallo e Olanda.

Molti altri spazi nella Casa da Música possono essere adattati a palcoscenici per ogni sorta di concerti ed eventi, come le stanze Renascença, Roxa e Laranja, i due foyer, a est e ovest, e le sale prove. Lo stesso vale per il ristorante in alto sull’edificio la cui terrazza si affaccia sui giardini di Boavista offrendo una sorprendente vista panoramica della città. Spazioso e sofisticato, è diviso in due spazi connessi visivamente (Casa da Música Restaurant e Barra Bar) e ospita un ampio range di eventi e una cucina variegata.

VISITE GUIDATE

Le visite guidate sono un modo eccellente per scoprire le tante sfaccettature della Casa da Música. Per un’ora e mezza circa, la visita guidata punta a rispondere a differenti gradi di interesse e conduce i visitatori intorno ai diversi spazi dell’edificio mostrando come l’architettura, le funzionalità e la programmazione artistica siano collegate le une alle altre.

Le opzioni del tour includono tour regolari tenuti ogni giorno, quelli ideati appositamente per i gruppi, in varie lingue, e quelli tecnici che permettono l’accesso al dietro le quinte della Casa da Música, coinvolgendo i visitatori nelle dinamiche giornaliere della preparazione dei concerti.

Orari

11:00 (Portoghese); 16:00 (Portoghese e Inglese)

Gruppi: su prenotazione (Portoghese, Inglese, Francese, Germania, Spagnolo e Italiano)

Casa da Música
Av. da Boavista, 604-610
4149-071 Porto
www.casadamusica.com

About Central Palc Staff

Central Palc nasce nel 2010 come portale ufficiale delle riviste cartacee L'Opera e Musical!. Dal febbraio 2014 ha allargato i suoi orizzonti abbracciando tutti gli altri generi teatrali affermandosi così come il portale web più aggiornato del panorama teatrale italiano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top