Home / MUSICAL / IN MUSICA / THE SUIT DI THEMBA AL PALLADIUM CON LA REGIA DI PETER BROOK

THE SUIT DI THEMBA AL PALLADIUM CON LA REGIA DI PETER BROOK

di Ilaria Faraoni

Il Teatro Palladium compie 10 anni di programmazione e per l’occasione, in corealizzazione con il Teatro di Roma, ospita l’ultima produzione di Peter Brook, The Suit, dal 13 al 17 febbraio. Lo spettacolo è tratto dall’omonimo romanzo di Can Themba. In scena Nonhlanhla Kheswa, Jared McNeill, William Nadylam ed i musicisti Arthur Astier (chitarra), Raphaël Chambouvet, (piano) e David Dupuis (tromba) resituiscono l’originaria lingua inglese al lavoro di Brook (che era stato adattato per una produzione francese).

Sul palco recitazione, canto e musica si mescolano ricreando le atmosfere di Sophiatown, dove è ambientata la vicenda. Il romanzo originale di Themba, censurato all’epoca come tutte le altre opere dello scrittore costretto all’esilio a causa dell’apartheid, fu trasposto per il teatro già negli anni Novanta, con il titolo Le Costume, da Mothobi Mutloatse e Barney Simon che lo portarono in scena a Johannesburg e a Londra.

Per l’adattamento, la messa in scena e le musiche, Peter Brook si avvale della collaborazione di Marie-Hélène Estienne e del compositore Franck Krawczyk.

Segue comunicato stampa:


PETER BROOK

MARIE-HÉLÈNE ESTIENNE e FRANK KRWAWCZYK

The Suit

Dal 13 al 17 Febbraio ore 20.30

Domenica ore 17.00 e ore 21.00


Tratto da The Suit di Can Themba, Mothobi Mutloatse e Barney Simon.

Adattamento, messa in scena e musiche Peter Brook, Marie-Hélène Estienne e Franck Krawczyk

Luci Philippe Vialatte

Elementi scenici e costumi Oria Puppo

Assistente alla regia Rikki Henry

Con Nonhlanhla Kheswa, Jared McNeill, William Nadylam

Musicisti Arthur Astier (chitarra), Raphaël Chambouvet, (piano), David Dupuis (tromba)

Prima assoluta a Parigi al Théâtre des Bouffes du Nord on 3-4-12

Produzione C.I.C.T. / Théâtre des Bouffes du Nord

Coproduction Fondazione Campania dei Festival / Napoli Teatro Festival Italia, Les Théâtres de la Ville de Luxembourg,

Young Vic Theatre, Théâtre de la Place – Liège

Con il supporto di C.I.R.T.

Co-realizzazione a Roma Palladium Università Roma Tre Romaeuropa e Teatro di Roma

Torna a Roma per i dieci anni di programmazione del Palladium, in corealizzazione con il Teatro di Roma, Peter Brook, figura storica e punto di riferimento del teatro contemporaneo internazionale. The Suit (L’abito) è il titolo della sua nuova creazione ispirata all’omonimo romanzo dello scrittore sud africano Can Themba, che sarà in scena dal 13 al 17 Febbraio al Palladium.

Scritto nel 1950 il romanzo narra la vicenda dell’avvocato Philomen e della moglie Matilda da lui colta in flagrante durante adulterio. Un abito, dimenticato dall’amante di lei durante la fuga, diviene simbolo dell’illecito commesso, della pena che la donna dovrà scontare. Philomen, infatti, costringe Matilda a conservare il vestito come un ospite d’onore, perfino a servirlo, intrattenerlo, riverirlo. Attraverso la cura di quell’oggetto la donna dovrà ricordare quotidianamente la propria colpa. Ma è la città di Sophiatown, che fa da sfondo alla vicenda, rasa al suolo poco tempo dopo la scrittura del romanzo, ad essere la vera protagonista di The Suit, imponendo il suo carattere e il suo destino tra le righe scritte da Themba. Ed è forse questo il motivo per cui lo scrittore sperava che il suo romanzo potesse cambiargli la vita. Il suo destino fu più tragico. L’apartheid lo costrinse all’esilio e i suoi romanzi furono censurati. Solo poco dopo la sua morte, negli anni Novanta, The Suit fu portato sulle scene teatrali da Mothobi Mutloatse e Barney Simon prima al Market Theatre di Johannesburg e poi a Londra con il titolo Le Costume.

Da sempre interessato alla drammaturgia africana, come testimoniano Siwze Banzi Est Mort o 11 and 12, Peter Brook, dopo aver rimesso in scena The Suit per una produzione francese, decide di dargli nuova vita riportandola alla sua lingua originale: l’inglese. Insieme a Marie-Hélène Estienne e al compositore Franck Krawczyk (suoi fedeli collaboratori) il regista britannico dirige tre attori (già protagonisti della sua versione de Il flauto Magico di Wolfgan Amadeus Mozart, applaudita durante Romaeuropa Festival 2011) costruendo una scena semplice e raffinata. Qui un ensemble di musicisti esegue dal vivo brani che spaziano da Franz Shubert a Miriam Makeba. Alla recitazione dei tre attori si unisce il canto per ricreare e raccontare l’atmosfera di Sophiatown e il brulicare della sua intellighenzia artistica e politica prima che nel 1955 l’intera popolazione, per decreto, fosse deportata a Meadowlands (Soweto). Perché, come ricorda Peter Brook, «nel teatro nulla è fermo, alcuni temi semplicemente si esauriscono, mentre altri desiderano tornare a vivere».

Fondazione Romaeuropa

Info al pubblico e biglietteria: tel. 06.45553050 – promozione@romaeuropa.net – www.romaeuropa.net

Botteghino Palladium Università Roma Tre  aperto da martedì a domenica, dalle ore 16 alle ore 20 – tel. 06.57332768


About Central Palc Staff

Central Palc nasce nel 2010 come portale ufficiale delle riviste cartacee L'Opera e Musical!. Dal febbraio 2014 ha allargato i suoi orizzonti abbracciando tutti gli altri generi teatrali affermandosi così come il portale web più aggiornato del panorama teatrale italiano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top