Home / MUSICAL / IN MUSICA / "CHOKHRAN" GRAZIE: SPETTACOLO DI MUSICA E DANZA CONTEMPORANEA ALLO IALS A FAVORE DELL'ORFANOTROFIO DI MEKNES

"CHOKHRAN" GRAZIE: SPETTACOLO DI MUSICA E DANZA CONTEMPORANEA ALLO IALS A FAVORE DELL'ORFANOTROFIO DI MEKNES

Ancora una iniziativa benefica allo IALS di Roma, che da anni lega la danza ed il suo stesso nome a iniziative sociali di grande importanza. Domenica 2 giugno alle ore 20, in sala 1, 8 danzatori ed un musicista, coordinati da Benedetta Capanna, daranno vita a Chokhran (che significa “grazie” in marocchino) per raccogliere fondi a favore dell’orfanotrofio Rita Zniber che a Meknes, in Marocco, ospita bambini e ragazzi da 0 a 20 anni destinati all’adozione. Gli aiuti sono rivolti in particolare ai diversamente abili che risiedono nella struttura che, a causa del loro stato, hanno più difficoltà degli altri a trovare una famiglia che li prenda con sé.

La stessa Benedetta Capanna, Fabio CiccalèBrunella De BiaseStefano FardelliGea LucettiGiordano NovielliPaola Sorressa Marco Ubaldi, accompagnati da Oscar Bonelli che sperimenta fiati e percussioni provenienti da tutto il mondo, proporranno improvvisazioni che toccano i vari stili e modi di vedere la danza.

L’ingresso è a sottoscrizione, la locandina della serata è stata realizzata dai ragazzi dell’istituto di riabilitazione Opera Sante de Sanctis di Roma: la particolarità è poi che proprio gli operatori dell’istituto raggiungeranno a Meknes gli altri volontari, per portare il proprio contributo concreto.

Segue comunicato stampa:

Roma, 21 maggio 2013

“Chokhran”: un ‘grazie’ in danza

Uno spettacolo allo IALS per i bimbi del Marocco

Domenica 2 giugno, Benedetta Capanna e altri otto artisti italiani

danzano allo IALS di Roma per l’orfanatrofio “Rita Zniber” di Meknes.

Lo storico spazio romano sceglie la solidarietà come forma di promozione “intelligente”

Con un secondo spettacolo di danza e musica, intitolato “Chokhran” (“grazie” in lingua marocchina), e una nuova sfida di solidarietà – per l’orfanotrofio “Rita Zniber” di Meknes torna allo IALS di Roma, domenica 2 giugno alle ore 20, il collettivo di nove artisti italiani coordinato da Benedetta Capanna, che nel 2012 ha già realizzato un fortunato spettacolo per l’ospedale indiano Ganga Prem Hospice.

Presentato dallo IALS, “Chokhran” è un happening di improvvisazione coreografica, proposto al pubblico, con ingresso a sottoscrizione, presso la Sala 1 dello storico centro di formazione, ricerca e produzione di spettacolo, in via Fracassini.

Gli artisti coinvolti nel progetto sono il musicista Oscar Bonelli e i danzatori Benedetta Capanna, Fabio Ciccalè, Brunella De Biase, Stefano Fardelli, Gea Lucetti, Giordano Novielli, Paola Sorressa e Marco Ubaldi.

Il gruppo, che con lo spettacolo del 2012 ha dato un immediato contributo di oltre mille euro al Ganga Prem Hospice (un importante ospedale oncologico sulle rive del Gange), ha deciso di devolvere l’incasso del 2013 all’orfanatrofio “Rita Zniber”, che ospita a Meknes, in Marocco, bambini e ragazzi destinati all’adozione. Tra mille difficoltà i volontari, coordinati da frate Pietro Pagliarni, cercano di offrire formazione e gioco ai piccoli, che vivono al quinto piano dell’ospedale di Meknes “Mohamed V”.

Lo spettacolo del 2 giugno intesse le improvvisazioni di danza dei performers, che giocano e dialogano in scena  con i loro stili e approcci diversi al movimento, con l’improvvisazione musicale di Oscar Bonelli, sperimentatore di percussioni e fiati di tutto il mondo, come il didjeridu, il flauto di bambù e le campane tibetane.

«L’iniziativa è pensata soprattutto per i molti bimbi e adolescenti diversamente abili, da zero a vent’anni, accolti nella struttura. Più difficilmente degli altri trovano una sistemazione presso famiglie adottive: la loro felicità dipende totalmente dall’orfanotrofio» spiegano i volontari della struttura, che quest’anno saranno affiancati a Meknes dagli operatori dell’istituto per la riabilitazione “Opera Sante de Sanctis” di Roma.

Con l’incasso di “Chokhran” i volontari potranno acquistare il materiale per la formazione, da fornire alle operatrici marocchine del centro. Con il resto del denaro si pagheranno le attività di animazione, gioco e festa per i bambini, che dal 2010 vengono organizzate una volta a settimana da due animatori del posto.

Fondamentale, per questa iniziativa solidale, la disponibilità volontaria e gratuita dello IALS, che da anni rinuncia a investire in pubblicità sui media, e preferisce autopromuoversi legandosi a manifestazioni per il sociale: come l’evento di danza di Amnesty Intenational a Villa Pamphili, nel 2006, la Dance Marathon del  2007 a favore del Volontariato Internazionale per lo Sviluppo ONLUS, la partecipazione a Telethon, la raccolta di viveri nelle emergenze dell’Aquila e dell’Emilia, e ancora, nel 2013, in collaborazione con l’Ambasciata Britannica, la realizzazione  del video contro la violenza sessuale nei paesi in conflitto (visibile in fondo alla pagina www.ials.info).

E, infine, ci sono i bambini che aiutano altri bambini: il disegno della locandina di “Chokran” è stato realizzato dai ragazzi dell’Opera Sante de Sanctis di Roma.

Contatti:

Organizzazione: Simona Di Luise

tel. 338.8526040 – e-mail: danvideo@tin.it

IALS – Via Cesare Fracassini, 60

tel. 06.3236396 – fax 06.3236436 – www.ials.info

Biografie degli artisti

Benedetta Capanna

Danzatrice e coreografa, unisce alla danza lo studio e l’insegnamento dello Yoga. Ha lavorato per Turano/Ford Dance, DASSdance, MDA, Balletto 90, Pick of the Crop Dance Company, Teatro Bellini di Napoli, Poppo and Gogo Boys, Michael Mao Dance Company, Janaki Patrik and the Kathak Ensemble & Friends, oltre che con Teri J Weikel, John Carrafa, Igal Perry, Myung Soo Kim, Nayo Takasaki. Come coreografa ha partecipato a rassegne di rilevo in Italia, negli U.S.A e in Giappone. Tutte le informazioni sulla danzatrice sono sul sito ufficiale: www.benedettacapanna.it

Oscar Bonelli

Il suo percorso personale, legato alla tradizione sciamanica e ritualistica aborigena e tibetana, sfocia nella creazione di una musica evocativa e spirituale. Dopo lo studio delle percussioni (con Ruggero Artale e Giovanni Imparato) e della tromba (con Roberto Coltellacci), approfondisce una vasta gamma di strumenti: didjeridu, flauto di bambù, corno medioevale, steel drums, hang e tamburi a cornice; dalla tradizione tibetana riprende le campane, le conchiglie, i tamburi sciamanici, la tromba telescopica, il damaru e i rolmo. A questa strumentazione unisce il canto, il canto armonico e la voce gutturale. Suona nella Percussion Orchestra di Ruggero Artale e Karl Potter, e per Nando Citarella. Collabora con danzatori e coreografi come Benedetta Capanna, Maria Grazia Sarandrea, Cecilia Arenillas, Simona Montanari.

Fabio Ciccalè

Dopo aver danzato in varie compagnie italiane tra cui Compagnia Alhena,  Compagnia Enzo Cosimi, La Bilancia Produzioni, Compagnia Nuova Euroballetto, Compagnia Giseppina Von Bingen, intraprende la carriera di coreografo firmando Soliloquio, solo di danza contemporanea, rappresentato con successo in varie rassegne di danza.

Nel 2002 diventa il direttore artistico dell’Associazione culturale FCPIN.D’OC e firma le corografie e danza per la propria Compagnia, che dal 2003 è sostenuta dal MIBAC: Horror Vacui (2008), Extra Composta (2007), Count Down (2006), Castrum Live, Full Total (2005), In pectore, N.E.K. nessun effetto kollaterale (2004), Avverse reazioni 2.0, Profonde superfici (2003), Compatibilmente (sè) (2002).

La Compagnia nel corso degli anni ha partecipato a numerose rassegne di danza, tra cui Nuovi movimenti (Catania), Around twenty (Brescia), Pozzo degli angeli – Danza da bruciare (Roma), Che danza vuoi? (Roma), Lavori in pelle (Alfonsine – Ravenna), Body shot (Roma), Danze barbariche (Roma), Danza contemporanea al Vascello (Roma). Nel 2008 ha partecipato a D10 Spazi per la danza contemporanea, presso il teatro Furio Camillo di Roma, parte del progetto interregionale Lazio-Piemonte-Campania promosso dal MIBAC e dall’ETI.

Brunella De Biase

Danzatrice contemporanea di formazione cunningammiana, borsista alla scuola di Pina Bausch, ha danzato su territorio nazionale con varie compagnie, tra cui Vera Stasi per una decina d’anni, creando coreografie ed eventi. Porta avanti una ricerca di danza di apertura, di verità espressiva attraverso la libertà nelle giunture, conquistata con la pratica dello Yoga. Insegna (livello junior) Iyengar® Yoga. Si avvale dell’improvvisazione, come momento di pienezza dell’essere, di meditazione, dove la danza è presenza.

Stefano Fardelli

Coreografo, danzatore e modello, il genovese Fardelli si è diplomato a Milano presso l’accademia M.A.S., sotto la direzione artistica di Susanna Beltrami, perfezionandosi poi presso centri coreografici e compagnie residenti in Europa. Selezionato dal Ministero della Gioventù nel 2011 tra i talenti italiani che rappresenteranno l’Italia nel mondo, annovera tra le sue collaborazioni l’Opera di Berlino, BBC e The Place (UH), l’Opera Reale Finlandese, la Compagnia Aleph, Cie Twain, English National Opera. Insegna tecniche posturali e danza contemporanea a Roma. Coreografo di Chi sei? e dell’opera di video danza Day off, debutterà al cinema nel 2013 tra i protagonisti del prossimo film di Stefano Tummolini.

Gea Lucetti

Danzatrice, studia a Roma sotto la guida di Roberta Garrison e Diana Damiani e lavora come interprete con diverse compagnie (MDA, Passi a Piedi, Nuova SAT, Espz, La Fabbrica dell’Attore, Atacama, Bottega del Pane, Beatrice Magalotti). Nel 2008, insieme a Floriana Taddei fonda il gruppo Al-varo con cui crea lo spettacolo L’uno e l’Altro. Attualmente, oltre ad insegnare danza, si sta formando come danzamovimentoterapeuta presso l’Art Therapy di Bologna.

Giordano Novielli

Romano, studia presso la Hogeschool voor de Kunsten Amsterdam, dove completa il corso di laurea in Moderne TheaterDans. Danza con la compagnia Dansgroep de Meekers, in produzioni dell’Hans Hof Ensemble, in progetti di Ninke Reehorst e Fabian Galama, oltre che in performances in collaborazione con la regista danese Leela May Stokholm. In Italia, danza in progetti di Mario Piazza, Benedetta Capanna, Andrea Cagnetti, DMA teatrodanza. Dopo un Master post lauream in ArtiTerapie presso l’Università Roma Tre, conduce e assiste laboratori di danzaterapia e Community Dance. Si forma come insegnante Yoga in Olanda e a Roma, tenendo corsi nella Capitale. E’ docente di Teatro Danza presso il centro di formazione e produzione Latitudine Teatro. Nel 2012 presenta Seconda Circe, il suo primo lavoro come autore.

Paola Sorressa

Danzatrice e insegnante laureata presso l’Accademia Nazionale di danza di Roma, ha lavorato nelle compagnie Danza Oggi diretta da Patrizia Salvatori, Botega diretta da Enzo Celli,  Altroteatro diretta da Lucia Latour. È fondatrice e direttrice artistica del Polo di formazione arti performative Profession Dance di Ladispoli e della Rassegna Corrispondenze – Contemporanea danza autoriale e Incontri d’arte, giunta alla terza edizione (manifestazione realizzata in collaborazione con Associazione Core per il Progetto Officine Coreografiche, sostenuto dal MIBAC). Dal 2006 è coreografa e direttrice artistica della Mandala Dance Company, con cui organizza la Giornata mondiale sulla danza – Un ponte sul futuro, con un micro festival delle compagnie non sovvenzionate e dei coreografi emergenti.

Nel 2012 vince il bando Impronte Danza, nella sezione “Giovani coreografi”, per la produzione di 25 minuti Archi in Danza. Nello stesso anno firma la coreografia di Francesco per la Compagnia Oplas di Luca Bruni. Riceve premi da CORE (Coordinamento danza e arti performative del Lazio) per le produzioni Impermanenza (2012) and Alchemic Games (2013).

Attualmente è parte del consiglio direttivo di CORE (Coordinamento danza e arti performative del Lazio), curando la direzione artistica del progetto “Officina Coreografica”, sostenuto dal MIBAC.

Marco Ubaldi

Romano, studia teatro danza con la compagnia Atacama – con la quale collabora dal 2003 – ma anche hata Yoga, danze africane e degli Orixas, percussione d’jembe, danza contemporanea e teatro danza, contact improvisation, danza sensibile, metodo Feldenkrais®, Capoeira, Tai Chi e Aikido. Insegna teatro danza, danza contemporanea e tecnica d’improvvisazione. Tiene corsi di danceability all’Accademia Arte nel Cuore (in cui persone disabili e normodotate possono formarsi insieme). Collabora con la compagnia Fuori conTesto e il Collettivo ImproBabilon. Nel 2010 e 2011 partecipa al progetto Fronteiras Brasil, diretto da Khosro Adibi. Nel 2010 e nel 2011 crea Verde Pisello – Dinamiche di un colore, e Miss Color e Verde Pisello, spettacoli di teatro danza contemporanea. Attualmente lavora alla nuova produzione di Atacama Galleggio, annego, galleggio. Collabora con la coreografa e danzatrice spagnola Marisa Brugarolas ed il musicista Roberto Bellatalla a interventi urbani nella città di Roma.

____________________________________________________________________________________

Seguite le riviste Musical e L’Opera anche su facebook

About Central Palc Staff

Central Palc nasce nel 2010 come portale ufficiale delle riviste cartacee L'Opera e Musical!. Dal febbraio 2014 ha allargato i suoi orizzonti abbracciando tutti gli altri generi teatrali affermandosi così come il portale web più aggiornato del panorama teatrale italiano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top