Home / MUSICAL / TORNA AL GRECO "ODYSSEUS DANCE OPERA": L'INTERVISTA A STEFANIA FRATEPIETRO. IN SCENA LUCA NOTARI, SEBASTIANO VINCI, HANY HASSAN E VERA KRAPIVKO

TORNA AL GRECO "ODYSSEUS DANCE OPERA": L'INTERVISTA A STEFANIA FRATEPIETRO. IN SCENA LUCA NOTARI, SEBASTIANO VINCI, HANY HASSAN E VERA KRAPIVKO

di Marta Isoni

Torna sul palco lo spettacolo ispirato all’epico viaggio dell’eroe per eccellenza: Ulisse. Dieci anni di lontananza, divinità vendicatrici, peripezie, astuzia e il bisogno di andare avanti pur di tornare in patria da quella famiglia – soprattutto da quella moglie – tanto amata. Dal 10 al 18 maggio la Dance Opera di Renato Greco racconterà ancora una volta di Ulisse, ancora una volta della metafora della vita come viaggio, ma lo farà in maniera sempre nuova, attraverso la fusione di prosa, poesia, musica e i corpi dei ballerini che renderanno lo spettacolo ricco di sfaccettature e unicità.

Odysseus questo anno sarà dedicato alla memoria di Abdel Moneim-Kamel, padre “spirituale” della danza in Egitto ed ex Direttore Artistico del Teatro dell’Opera del Cairo, e vedrà la partecipazione di due guest stars d’eccezione nei ruoli di Ulisse e Penelope: Hany Hassan e Vera Krapivko, primi ballerini della Cairo Ballet Company.

Due “Ulisse” e due “Penelope” quelli che si avvicenderanno sul palco. Oltre ai protagonisti/danzatori avremo anche protagonisti/cantanti che doneranno le loro voci ai due personaggi: Luca Notari e Stefania Fratepietro.

Noi di Central Palc abbiamo raggiunto telefonicamente – durante le ultime prove – proprio la performer tra le più amate del mondo del musical italiano.

Stefania come è interpretare un ruolo come quello di Penelope, così centrale e determinante all’interno del poema omerico?

Sicuramente molto affascinante… e allo stesso tempo impegnativo. Penelope è sempre emersa come figura femminile positiva per eccellenza, capace di farsi portatrice di messaggi importanti: un mix di coraggio, fedeltà e speranza nei confronti del suo uomo – e più in generale nei confronti della vita – che per tutto il poema viene messo in evidenza. Ogni personaggio ti arricchisce e ti lascia qualcosa, ma senza dubbio quando ti trovi ad interpretare figure così importanti si percepisce appieno la bellezza di una donna del genere.

Odysseus Dance Opera ha saputo unire diversi linguaggi artistici trovando un equilibrio preciso, ma una performer di musical – abituata ad esprimersi contemporaneamente attraverso questi linguaggi – come vive il doversi dedicare “solo” al canto?

Qualsiasi tipo di spettacolo inizia con un approccio nuovo al personaggio, in questo caso, da subito, mi sono trovata a rapportarmi con Penelope – e con Nausicaa – in veste di cantante e non di performer in senso tradizionale. Sono stata aiutata dalla bellezza dell’assetto scenico messo in piedi da Renato Greco, dalle musiche di Dino Scuderi e le liriche di Stefano Curina, che hanno saputo creare un’atmosfera tale da rendere ogni canzone un vero e proprio racconto da regalare al pubblico.

Di nuovo al teatro Greco e di nuovo al fianco di Luca Notari…

Risponderò come qualche volta risponde lui, quando gli chiedono di me: lo odio! (ride, ndr.) In realtà, lavorare con Luca è emozionante e rassicurante: da una parte l’affetto e la stima che ci legano rendono lo stare insieme sul palco unico, dall’altra sapere di avere un talento del genere al mio fianco è rassicurante!

Un’ultima domanda: cosa accomuna Stefania e Penelope?

Domanda difficile! Direi diverse cose: la perseveranza, la capacità di lottare per qualcosa in cui si crede continuando ad andare avanti e la fiducia nel valore della famiglia che rende una donna capace di sperare, sognare e aspettare, come dice del resto una delle canzoni più belle dello spettacolo…Ti aspetterò.

Segue scheda dello spettacolo:

ODYSSEUS DANCE OPERA. IL MUSICAL


Dal 10 al 18 maggio 2013 ORE 21. DOMENICA ORE 17,45


di RENATO GRECO E MARIA TERESA DAL MEDICO

Special Guest Artists:HANY HASSAN – VERA KRAPIVKO

Primi ballerini CAIRO OPERA HOUSE

Musiche: DINO SCUDERI

Coreografie: MARIA TERESA DAL MEDICO

Versione poetica: GIOVANNA BEMPORAD

Liriche: STEFANO CURINA

Scenografie: MASSIMO ROTH

Scenografie digitali: MARCO SCHIAVONI

Costumi: ALESSANDRA SAROLI

Disegno Luci: SIMONE GRECO

Regia: RENATO GRECO

Voci: STEFANIA FRATEPIETRO – LUCA NOTARI – SEBASTIANO VINCI

Dal 10 al 18 maggio torna in scena al Teatro Greco di Roma l’ormai celebre Dance Opera di Renato Greco ispirata all’epico viaggio di Ulisse. Lo spettacolo quest’anno sarà dedicato alla memoria di Abdel Moneim-Kamel, padre “spirituale” della danza in Egitto ed ex Direttore Artistico del Teatro dell’Opera del Cairo, recentemente scomparso all’età di 64 anni.

Un coinvolgente omaggio all’artista ma anche all’amico – spiega Renato Greco, che nel 2007 ha portato con successo Odysseus in tournée al Cairo Opera House e ad Alessandria d’Egitto.

Per celebrare il Maestro Kamel, questa nuova edizione ospiterà due guest starsd’eccezione nei ruoli di Ulisse e Penelope: Hany Hassan Vera Krapivko, primi ballerini della Cairo Ballet Company.

Un omaggio intenso all’artista ma anche all’amico – spiega Renato Greco, che negli ultimi 20 anni ha portato in tournée in Egitto alcuni fra i suoi più importanti successi, fra cui Odysseus Dance Opera,  oggi inserito nel repertorio del Cairo Opera House.

Il balletto di Renato Greco Maria Teresa Dal Medico, rappresentato in prima mondiale all’Anfiteatro Flavio il 19 maggio 2005, rinnova la tradizione classica proponendo l’Odissea di Omero in una versione del tutto originale: la “Dance Opera”, un neologismo che indica il fondersi della danza con il canto, la prosa, la musica e la poesia. “Nei miei sogni c’era la volontà di realizzare una ‘dance opera’ che rappresentasse il viaggio dell’uomo come metafora della vita, raccontata attraverso l’arte”. Sono queste le parole con cui il regista Renato Greco ha spiegato il senso e lo scopo del suo lavoro.

Sulla scena attori, cantanti e danzatori danno corpo e voce ai personaggi di Ulisse, Penelope, Telemaco, Achille, Calipso, Circe, Nausicaa e Anticlea,  accompagnandoci attraverso un viaggio fantastico  popolato da Sirene, Ancelle, Guerrieri, Ciclopi e mangiatori di Loto, che animano imponenti scene corali e coreografie di grande impatto visivo.

Il sottotitolo Il Mito, il Viaggio, la Passione rievoca i tre elementi-cardine di questa Dance Opera: il Mito di un uomo che sceglie di essere mortale e che rischia la vita lottando contro il volere degli Dei pur di ritornare in patria; il Viaggioattraverso mille avversità alla continua ricerca dei confini, con le paure e le debolezze di un uomo ma anche con la fierezza e la genialità di un vero eroe; laPassione travolgente di un grande amore in grado di superare qualsiasi ostacolo.

Renato Greco e Maria Teresa Dal Medico devono il loro successo alla capacità di comunicare i propri sentimenti e le proprie emozioni attraverso la danza. E’ nel concetto di amore che raccontano “la storia di sempre”, di cui  la triade omerica composta da Penelope, Ulisse e Telemaco rappresenta la più grande espressione: la famiglia.

Lo spettacolo è inserito nell’Abbonamento 2012-13

Biglietti

Intero: €20 + € 2 prev € 22,00

Ridotto: €18 + 2 prev. € 20,00

Ridotto anziani : €15,00 + 2,00 prev  € 17,00

Infoline: T 06 8607513 – promozioneteatrogreco@yahoo.it

http://www.teatrogreco.it/teatro/2013/04/03/odysseus-dance-opera/

____________________________________________________________________________________

Seguite le riviste Musical e L’Opera anche su facebook

About Central Palc Staff

Central Palc nasce nel 2010 come portale ufficiale delle riviste cartacee L'Opera e Musical!. Dal febbraio 2014 ha allargato i suoi orizzonti abbracciando tutti gli altri generi teatrali affermandosi così come il portale web più aggiornato del panorama teatrale italiano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top