Home / MILANO / REVIEW – IL CORAGGIO DI ADELE

REVIEW – IL CORAGGIO DI ADELE

Il-coraggio-di-Adele-1-620x481La paura e la tenerezza in un atto unico

il_coraggio_di_adeledi Alberto Raimondi

Il coraggio di Adele è il titolo scelto dal Teatro Franco Parenti di Milano per aprire la nuova stagione: una produzione dello stesso teatro milanese in collaborazione con Gloriababbi Teatro, scritto e diretto da Giampiero Rappa e magistralmente interpretato da  Filippo Dini Arianna Scommegna.

Un atto unico per conoscere un uomo ed una donna che si incontrano per caso, si frequentano per scelta, ma alla fine decideranno di… questo non lo raccontiamo e preferiamo che ogni spettatore vada a vedere questo spettacolo e assapori da solo le dinamiche di questo rapporto, fatto di umanità scontata e primordiale, ma che a tratti regala delle sorprese e delle certezze, dei sorrisi e delle lacrime.

Il-coraggio-di-Adele-1-foto-di-Achille-LeperaDue perfetti sconosciuti s’incontrano per caso in un rifugio in un non precisato scontro bellico, dove l’unico segno di esso sono i rumori delle bombe che cadono dal cielo, non si vedono bandiere o simboli estremisti, ma si vede la paura di morire da un momento all’altro, la voglia di sopravvivere regalandosi anche delle speranze effimere come unico sostegno per andare avanti.

Un luogo freddo ed isolato, quello ricreato dalle scene e dai costumi di Barbara Bessi, come una barca alla deriva in mezzo al nulla, quasi a rievocare La zattera della Medusa di Géricault, dove l’essere umano dilaniato dalla vita può solo vagare ed aggrapparsi a qualsiasi cosa piuttosto che non annegare nella solitudine.

Disposti a qualsiasi cosa: anche a fidarsi di uno sconosciuto. E in questo caso quando un uomo ed una donna cominciano a vivere insieme le chimiche cominciano a muoversi e a diventare la luce che li guiderà fuori dal tunnel buio.

Il-coraggio-di-Adele-2-620x481Dini e Scommegna dimostrano ancora una volta di essere attori eccezionali, ottimo il lavoro sulla parola e le diverse interpretazioni che ogni volta danno alle diverse frasi, mai scontati e sempre adeguati a far arrivare allo spettatore la giusta interpretazione per far assaporare i sentimenti dei due protagonisti.

Buone anche le scelte registiche che danno i giusti tempi e i ritmi all’intero lavoro, il quale cattura il pubblico e lo emoziona, l’angoscia non è mai l’unica strada da percorrere infatti l’ironia e una certa tenerezza non mancano mai… compagne di viaggio non scontate per affrontare la guerra!

About Central Palc Staff

Central Palc nasce nel 2010 come portale ufficiale delle riviste cartacee L'Opera e Musical!. Dal febbraio 2014 ha allargato i suoi orizzonti abbracciando tutti gli altri generi teatrali affermandosi così come il portale web più aggiornato del panorama teatrale italiano.
Scroll To Top