Home / PROSA / DOVE SONO? BENVENUTI A SPOON RIVER

DOVE SONO? BENVENUTI A SPOON RIVER

Dove sono? Benvenuti a Spoon River

percorso teatrale digitale alla riscoperta della cultura

da Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters

produzione BarabiTTeatro

La compagnia BarabiTTeatro – che deriva il suo nome dai piccoli barabitt milanesi, antica parola dialettale per indicare quei ragazzi difficili che fino al secolo scorso venivano affidati al riformatorio – nasce a Milano a inizio 2020 dall’incontro umano e artistico di Nicola Ciulla, Davide Garattini Raimondi, Alessandro Gautiero e Cecilia Uberti Foppa, teatranti provenienti da esperienze diverse e variegate nel panorama teatrale e lirico italiano e internazionale, cui successivamente si aggiunge Antonio Tarantello con la sua sfaccettata esperienza di videomaker.

La compagnia conduce un lavoro di ricerca teatrale e di produzione di spettacoli assiduo e in continuo movimento, che vuole sfociare in una proposta che rifugge le semplici soluzioni, indagando invece i nuovi spazi e le nuove domande che si aprono, seppur a fatica, al teatro contemporaneo.

E proprio in questo periodo di isolamento e solitudine forzata, BarabiTTeatro sente come impellente, per gli individui così come per la cultura teatrale, la domanda “Dove sono?”: ora più che mai ci rende conto che la risposta esatta non esiste, a volte forse ci si può illudere di averla raggiunta ma molto più spesso la si sta ancora cercando, di questi tempi mai così angosciosamente.

Con questa domanda BarabiTTeatro vuole quindi incominciare un percorso teatrale-digitale alla riscoperta della cultura, come fondamenta dell’essere umano, attraverso l’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters, primo passo di una rinascita necessaria con un testo importante. Perché è attraverso la cultura che, i teatranti così come gli individui tutti, possono riscattarsi, indagare le loro domande, anche se oggi il mondo del teatro e i suoi protagonisti sono stati dimenticati, esattamente come dei morti, e solo i loro epitaffi teatrali, tra locandine e vecchi video, ricordano quanto fossero importanti per la società e l’essere umano. 

BarabiTTeatro con “Dove sono? Benvenuti a SPOON RIVER” chiede perciò aiuto ai dimenticati, letterari e viventi, per rinascere.

“Non dimentichiamo il Teatro come si fa nella sua reale natura” sottolinea Davide Garattini Raimondi, regista del progetto nonché uno dei soci fondatori di BarabiTTeatro “cerchiamo nuovi linguaggi attoriali, forse più moderni e meno intimi, ma di sicuro non adattiamo il teatro al digitale, al contrario cerchiamo di svilupparlo e svilupparci attraverso nuovi mezzi. Questo lavoro infatti non andrà mai in scena in un palcoscenico reale, nasce e muore nel digitale, perché è in esso che viene creato.”

L’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters è un dedalo di rapporti umani che s’intrecciano leggendo le poesie-epitaffio che la compongono: creando nel suo progetto teatrale-digitale un effetto domino dove ogni personaggio ne richiama un altro, BarabiTTeatro vuole far emergere la rete di rapporti, una ragnatela ludica per sottolineare oggi quale dovrebbe essere il modo di agire dei teatranti dimenticati. Scoprirsi per conoscersi ed unirsi.

Inizialmente infatti il progetto prevede una cerchia ristretta di poesie, una trentina circa, con altrettanti artisti coinvolti, che interpretano in modo assolutamente personale l’epitaffio di un personaggio dell’Antologia. A questa proposta artistica partecipano sia giovani attori, a cui si vuol dare un’opportunità di esprimersi in questo complicato periodo, sia professionisti riconosciuti e premiati nel panorama teatrale italiano come (in ordine alfabetico): Giovanni Anzalone, Silvio Araclio, Pietro De Pascalis, Andrea Di Casa, Ilaria Falini, Delilah Gutman, Luca Micheletti, Claudio Orlandini, Nicola Pannelli, Fulvio Pepe.

Ogni settimana due lavori video fra questi vengono mostrati sulle piattaforme social di BarabiTTeatro, chiarificando sempre di più allo spettatore virtuale la storia e i collegamenti fra i personaggi presentati e permettendogli poi, al termine di questa prima cerchia di poesie, di addentrarsi in questo labirinto di relazioni, navigando in rete a suo piacimento per conoscere ogni volta un personaggio differente e scoprire così intrecci sempre nuovi.

Oltre la prima trentina di poesie-epitaffi di teatranti dimenticati non è ancora chiaro “Dove sono?” tutti gli altri, ma BarabiTTeatro con questo progetto vuole scommettere che presto tutti gli altri arriveranno, a fare sentire la loro voce attraverso l’arte.

barabitteatro@gmail.com

Instagram: barabitteatro Facebook: @barabitteatro YouTube: BarabiTTeatro

About Central Palc Staff

Central Palc nasce nel 2010 come portale ufficiale delle riviste cartacee L'Opera e Musical!. Dal febbraio 2014 ha allargato i suoi orizzonti abbracciando tutti gli altri generi teatrali affermandosi così come il portale web più aggiornato del panorama teatrale italiano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top